In questa guida vi spieghiamo come esaudire il sogno di vivere e lavorare negli Stati Uniti. Questo è un sogno condiviso da molte persone in tutto il mondo e quindi abbiamo deciso di fare un po’ di chiarezza sul tema vivere e lavorare negli USA. Le opportunità di carriera, l’alto standard di vita e la ricca diversità culturale rendono questa grande nazione una destinazione molto ambita. Ma come trasformare questo sogno in realtà? Ecco una guida dettagliata su come realizzare il tuo obiettivo di trasferirti negli Stati Uniti.

Vi spieghiamo come andare a vivere e lavorare negli Stati Uniti

Prima di muovere qualsiasi passo dovete fare una ricerca accurata. Il primo passo per trasferirsi negli Stati Uniti infatti è cercare di capire se gli Stati Uniti possano essere la giusta destinazione per voi. Ad affrontare questo fondamentale passo possiamo aiutarvi noi di Viviallestero.com col nostro servizio di consulenza “Trasferirsi negli Stati Uniti” col quale la nostra esperta analizzerà attentamente il vostro profilo e vi indicherà se potete avere delle possibilità negli States e, nel casso ne aveste, come mettere in pratica un piano vincente.

Visto di lavoro USA

Una volta che avete capito che gli Stati Uniti sono la nazione giusta per voi, si può procedere a capire quale possa essere il visto più adatto alle vostre esigenze e alle vostre caratteristiche.

Il visto lavorativo con relativa sponsorizzazione più famoso è il visto H1-B. Di solito quando le aziende americane non riescono a trovare i giusti dipendenti nel territorio USA, possono pensare di assumere lavoratori stranieri attraverso la sponsorizzzione. Però sponsorizzare non è assolutamente semplice. Infatti i datori di lavoro, tra le altre cose, dovranno anche dimostrare che nessun cittadino americano può svolgere quel laovo al posto del cittadino straniero.

Capire dove e come trovare lavoro all’estero

E come è possibile trovare lavoro negli Stati Uniti?

Come dicevamo, per poter ambire a una sponsorizzazione, prima di tutto dobbiamo avere un’offerta di lavoro. Questi sono i passi da seguire per ottimizzare al meglio la ricerca di opportunità lavorative.

Iniziamo dalla preparazione di un CV ottimizzato per il mercato del lavoro USA. Quindi ovviamente deve essere redatto in lingua inglese e deve seguire le regole richieste dal mercato a stelle e strisce. Quindi, ad esempio, non deve superare la pagina di lunghezza.

È consigliabile anche redigere una buona lettera di presentazione, dove facciamo capire per quale motivo stiamo contattando quell’azienda e perchè, secondo voi, dovrebbero assumervi. Questa lettera di presentazione va personalizzata per ogni datore di lavoro alla quale la si invia.

Una volta che abbiamo Curriculum Vitae e lettera di presentazione pronti, possiamo passare alla ricerca delle migliori offerte di lavoro. Vi consigliamo ovviamente la nostra pagina con tutte le ultime offerte di lavoro per italiani negli Stati Uniti e, inoltre, l’utilizzo di siti come LinkedIn, Indeed, Glassdoor e Monster. Se siete delle persone molto qualificate potete anche pensare di utilizzare i servizi di Head Hunters specifici per gli USA.

Clicca qui Fatti aiutare a trasferirti all'estero

Una volta che troviamo la possibilità di essere assunti e sponsorizzati, dobbiamo pianificare altri dettagli, come ad esempio l’alloggio iniziale. Trovate un alloggio temporaneo per le prime settimane. Potete cercare appartamenti online su siti come Zillow e Craigslist, ma fate bene attenzione quando affittate una stanza online.

Altro aspetto molto importante da organizzare nei dettagli è quello dell’assicurazione sanitaria. Verificate tutte le opzioni di assicurazione sanitaria possibile e controllatene anche i massimali che coprono. Scegliete poi in base alle vostre necessita e ricordatevi che il sistema sanitario statunitense è particolarmente costoso. Sappiate che negli USA non esiste un’assicurazione sanitaria gratuita per noi italiani, cosa che invece abbiamo in Australia, come ci spiega Fausto nella descrizione di come ha organizzato il suo trasferimento in Australia.

Se volete maggiori informazioni su come trasferirsi negli Stati Uniti, potete leggere l’articolo di Fabiola che va a vivere negli Stati Uniti ed anche l’articolo di Catia che ha deciso di trasferirsi negli USA a 50 anni!