Dobbiamo stare molto attenti alle truffe quando affittiamo una stanza all’estero. Di brutte storie ne abbiamo sentite e ne sentiamo ogni giorno. Persone truffate nei modi più assurdi e, spesso, sono dolori! In questo articolo vi parleremo anche di una truffa molto diffusa nella quale “cascano” molte persone che cercano alloggio a distanza.

Seguici su Instagram

Fare attenzione alle truffe quando affittiamo una stanza all’estero

Ci sono delle situazioni nella vita che ci portano a dover affittare una stanza a distanza, senza avere l’opportunità di visitare le varie opzioni. Affittare una stanza all’estero online ovviamente comporta dei rischi, ma in questo articolo, oltre a raccontarvi di una truffa “tipica”, cercheremo anche di darvi qualche consiglio per non cadere in truffe.

Testimonianza Mery

In ogni nazione esistono siti web che aiutano nella ricerca di alloggi. Ci sono siti “ufficiali” dove soltanto agenzie e proprietari riconosciuti possono pubblicare annunci (vedi ad esempio Idealista in Italia e in Spagna), ma ci sono anche altre tipologie di siti web dove chiunque può inserire annunci. Gli esempi più classici di quest’ultimi sono il famoso Gumtree nel Regno Unito e in altre nazioni anglosassoni e Milanuncios per la Spagna. Come potrete vedere non sono siti che trattano esclusivamente alloggi, ma sono delle piattaforme per chiunque voglia pubblicare un annuncio di tante tematiche, tra cui affitto stanza. Proprio in questo tipo di siti web è facile trovare annunci di persone disoneste.

Come vi può aiutare Viviallestero.com ad evitare le truffe

Viviallestero.com vi può aiutare a trovare un primo alloggio ancora prima di trasferirsi. Un alloggio sicuro e certificato in quanto collaboriamo solo ed esclusivamente con partner verificati e controllati. Quindi con Viviallestero.com potrai prenotare un alloggio sicuro per le città di Valencia in Spagna, Cork e Dublino in Irlanda, Sydney, Melbourne, Brisbane, Perth, Gold Coast in Australia. Scriveteci a admin@viviallestero.com per ricevere maggiori informazioni sulle stanze che gestiamo nella città sopra elencate!

Clicca qui Fatti aiutare a trasferirti con il partner all'estero

La truffa più classica per chi vuole affittare una stanza all’estero

La bufala di cui vogliamo parlarvi la si può trovare in tante nazioni, ma è sempre organizzata in maniera molto simile. Ha più “successo” nelle città dove trovare una stanza in affitto è molto difficile o molto costoso. Si inizia con un annuncio con delle foto di una stanza molto carina, la posizione ed il prezzo sono accattivanti (non stracciati, ma molto buoni). Quando richiediamo informazioni via email ci verranno inviate ulteriori foto, soprattutto le foto dei proprietari della casa (solitamente una coppietta dolce ed anziana, che non farebbe male a nessuno – e che ovviamente non sono i reali proprietari -). Ci danno i minimi dettagli della casa, dei proprietari e anche un numero di telefono (al quale risponderanno solo via whatsapp, mai alle chiamate). C’è un solo, ma. I “dolci” proprietari di casa non si trovano in città per la data del nostro arrivo, ma si fidano ciecamente (guarda caso) di noi e quindi per loro non è un problema lasciarci la stanza anche in loro assenza. In cambio vogliono soltanto i soldi della caparra e le chiavi le lasceranno dentro la cassetta della posta. Solitamente, aggiungono, per far credere ancor di più alla loro onestà, che il primo mese di affitto glielo potremo pagare in contanti non appena torneranno dal loro viaggio. Come se non bastasse, ci mettono anche un po’ di pressione perchè ci dicono di scegliere in quanto l’offerta è ottima e hanno molte richieste…però noi siamo i “fortunati” prescelti. Se la stanza la vogliamo, glielo dobbiamo dire subito, altrimenti la danno a qualcun altro.

Come potete immaginare, al nostro arrivo capiremo che siamo caduti in un’enorme truffa e quei soldi che abbiamo inviato per la caparra saranno soldi buttati nel cestino! Infatti o la casa che ci hanno “affittato” non esiste o, se esiste, è di proprietà di altre persone totalmente ignare di questa truffa.

Vi ricordiamo inoltre che se avete dei dubbi, potete chiedere consiglio a Stefano Piergiovanni, fondatore di Viviallestero.com, attraverso il suo account Instagram.