Interessante offerta di lavoro dalla Spagna: azienda di dolciumi assume magazzinieri a Barcellona. Nello specifico ricercano due figure distinte da inserire immediatamente nell’organico. Continuate a leggere per scoprire tutti i dettagli dell’offerta e se volete cercare lavoro nel capoluogo Catalano date un’occhiata anche alle offerte di lavoro negli hotel di Barcellona.

I profili ricercati

Come anticipato, l’azienda sta cercando due figure differenti, un magazziniere addetto al picking da inserire a tempo indeterminato e un magazziniere con funzione di coordinatore/responsabile per sostituire una paternità. Stanno cercando più che altro persone serie che abbiano voglia di imparare, e per la prima figura non è richiesta la lingua spagnola. Un addetto al picking è un professionista della logistica la cui responsabilità principale è quella di prelevare tutti i prodotti che formano un ordine e consolidarli per il l’invio. Tuttavia, non solo riunisce la merce pertinente, ma, tra le altre funzioni verifica anche che i prodotti non siano danneggiati, aggiorna lo stock, etichetta la merce e trasporta l’ordine verso l’area di spedizione. Il responsabile del magazzino invece dovrà  supervisionare tutto ciò che accade in un magazzino. Il suo compito è pianificare, dirigere e coordinare le operazioni di ricevimento merci, rifornimento, stoccaggio e distribuzione. Inoltre, questa figura professionale ha il compito di analizzare le prestazioni del centro al fine di stabilire delle strategie di miglioramento che incrementino la performance del magazzino e i livelli di servizio.

Consulenza Spagna

Le principali funzioni e compiti richiesti

In generale gli operatori avranno le seguenti mansioni:

  • Ricevere, immagazzinare e spedire merci da un magazzino
  • Scaricare e classificare le merci
  • Controllo qualità del prodotto e revisione dell’ordine
  • Individuare i prodotti nei rispettivi posti all’interno del magazzino
  • Controllare il livello delle scorte ed effettuare forniture di merce
  • Preparazione dell’ordine
  • Organizzare l’invio degli ordini
  • Caricare i camion attraverso le banchine di carico

Tradizionalmente, queste funzioni erano integrate dalla gestione di mezzi di movimentazione come transpallet o carrelli elevatori, che consentivano agli operatori di spostarsi nel magazzino e caricare o scaricare la merce con agilità e precisione. Non invano, il consolidamento dei magazzini automatici, che ha rafforzato l’inserimento di tecnologia ed elementi robotici nella struttura, ha promosso l’evoluzione della figura del magazziniere verso un profilo lavorativo più trasversale, che unisce conoscenze di organizzazione del magazzino, utilizzo delle nuove tecnologie e come valutare la qualità e la quantità del materiale ricevuto o spedito.

I requisiti richiesti

Al giorno d’oggi, per rispondere alle sfide più impegnative poste dalla logistica 4.0, i magazzinieri hanno dovuto sviluppare competenze sempre più tecniche. Oltre ad avere la condizione fisica necessaria per caricare e scaricare la merce, nonché saper leggere e interpretare ordini, bolle di consegna o altri documenti che intervengono nelle operazioni logistiche, gli addetti al magazzino devono possedere una serie di requisiti e competenze, quali:

  • Incorporare le conoscenze necessarie sul prodotto e sui suoi derivati ​​per determinarne la quantità e la qualità in conformità con l’ordine richiesto, nonché i possibili difetti
  • Comprendere il funzionamento degli elementi automatizzati che completano i processi di stoccaggio manuale che si svolgono in ciascun magazzino 
  • Interpretare manuali o altri documenti necessari per il funzionamento di una macchina specifica 
  • Saper applicare metodi di lavoro che organizzano e stabiliscono le priorità in base alle reali esigenze del magazzino 
  • Essere in grado di stimare i fabbisogni, sia di flussi di merci che di scorte, in base allo stato dell’impianto in un momento specifico.
  • Disponibilità ad ampliare le proprie conoscenze, soprattutto dopo l’implementazione nella struttura di un sistema di gestione del magazzino, come Easy WMS di Mecalux.

In generale, un magazziniere deve avere una formazione aggiuntiva per svolgere le sue mansioni con precisione e sicurezza. Un esempio di ciò è l’obbligo di possedere la patente di guida del carrello elevatore per poter movimentare legalmente questi mezzi di movimentazione all’interno della struttura. Allo stesso modo, il magazziniere deve possedere una formazione generale e specifica sulla prevenzione dei rischi professionali in conformità alle sue funzioni e al settore in cui l’azienda svolge la sua attività. Infatti, a questo punto, l’azienda ha l’obbligo di formare i propri dipendenti su aspetti come la sicurezza o l’ambiente. Norme come la UNE-EN 15635 -utilizzo di scaffalature metalliche- o la Legge spagnola sulla responsabilità ambientale prevedono sanzioni per le aziende che non rispettano questo obbligo.

Se vuoi lavorare come magazziniere all’estero, ti interesserá sicuramente anche la nostra pagina dedicata alle offerte di lavoro per magazzinieri a Dublino

Viviallestero.com NON È UN'AGENZIA DEL LAVORO, ma è un'agenzia di relocation (potete vedere tutti nostri pacchetti trasferimento qui: https://viviallestero.com/pacchetti-trasferimento-allestero/). Viviallestero.com non partecipa a nessuna delle fasi di selezione, le candidature arriveranno direttamente al datore di lavoro che ci ha chiesto di pubblicare l'annuncio, il quale o la quale si occuperà direttamente della selezione. NON CI RITENIAMO IN NESSUN MODO RESPONSABILI PER GLI ANNUNCI CHE VENGONO PUBBLICATI SUL NOSTRO SITO E SUI SOCIAL NETWORKS CHE GESTIAMO.