Amo il mare, il sole, la spiaggia e le belle temperature, ma, quando si parla del periodo natalizio, voglio il freddo! Infatti sono anche un amante del Natale e delle tradizioni e devo dire che trascorrere il Natale al caldo è molto triste. Non so se si è vi è mai capitato di vivere nell’emisfero sud, ma vivere con le stagioni inverse (per il nostro punto di vista, ovvio) ha i suoi pro e contro.

Il natale al caldo

Clicca qui Fatti aiutare a trasferirti con il partner all'estero

Quando si vive in nazioni come l’Australia, la Nuova Zelanda o, perché no, l’Argentina e il Sud Africa l’estate l’abbiamo a dicembre, gennaio e febbraio. Non potete capire che bella sensazione che è quella di chiamare i nostri cari ed i nostri amici che si trovano in Italia per chiedere informazioni sul clima. Vi risponderanno che fa molto freddo e voi sorriderete mentre siete comodamente seduti all’ombra di qualche albero per ripararvi dal caldo. Ma il piacere di essere nell’emisfero sud durante i mesi invernali svanisce in un certo determinato periodo, ovvero quello natalizio.

Come vi dicevo prima, per noi che veniamo dall’emisfero nord dove i mesi di Novembre, Dicembre e Gennaio sono molto freddi, trascorrerli dove invece fa molto caldo è decisamente un’esperienza abbastanza divertente (sempre che non faccia troppo caldo come ad esempio nella città di Brisbane, dove sto attualmente vivendo e lavorando). Soprattutto all’inizio c’è una certa sorta di soddisfazione stare al caldo sapendo che a casa tua fa molto freddo. Leggere poi sui social che i vostri amici si stanno lamentando per il freddo che stanno patendo oppure pubblicare foto di voi in costume da ancora più piacere.

Però, almeno per quanto mi riguarda, c’è un lato negativo. Non mi piace affatto trascorrere il periodo natalizio al caldo. Voi avete mai passato un Natale al caldo? Ve lo chiedo perchè per me è stato molto triste e anche molto strano. Vedere per le strade alberi di Natale, vetrine allestite per i regali, le luminarie tipiche, neve finta…e gente in costume alla disperata ricerca dell’ombra: è veramente assurdo! Devo poi ammettere che ciò che più mi ha colpito e che anche nell’immaginario delle persone che sono nate e cresciute nell’emisfero sud, il Natale è sinonimo di freddo (devono aver visto un sacco di film con Babbo Natale sulla slitta), perchè le vetrine, le rappresentazioni e le immagini sono tutte “fredde”!