Voi non potete capire che spettacolo sia surfare in Australia. Ero sicura che mi sarei divertita, ma mai avrei immaginato così tanto. Ora vi racconto la mia storia, ma partiamo dall’inizio. Mi sono trasferita nel Queensland con l’aiuto dei ragazzi di Viviallestero.com e del loro pacchetto proprio per chi come me vuole trasferirsi in Gold Coast. Dopo qualche giorno del mio arrivo decido di darmi una mossa ed iniziare veramente la mia vita australiana. Quale altro modo migliore se non quello di andare a scuola di surf?

Imparare ad andare in Surf in Australia

Giunta presso la scuola di surf, incontro il coach 15 minuti prima di iniziare la lezione, come ci eravamo accordati. Il coach si avvicina, con la tavola da surf appena uscito dall’acqua e si presenta. Mi dice che devo aspettare l’istruttore e che l’acqua è bellissima.

Ora immagino che voi vi starete chiedendo: “L’istruttore è come uno se lo immagina nei film, biondo, con muscoli al posto giusto, fighissimo?”. No, è una ragazzina di 19 anni e che ha iniziato a surfare quando ne aveva 8 di anni.
Così mi sento subito una sfigata. Due secondi prima mi sentivo una ganza con la mia muta attillata e, solo per il fatto che riuscivo a tenere la tavola sotto braccio, pensavo di essere miss mondo, poi arriva questa ragazzina e sono tornata sul mondo reale.

Inizia la lezione:
Appoggio la tavola sulla sabbia e mi sdraio sulla tavola, la prima parte della lezione si svolge al di fuori dell’ acqua per imparare la tecnica e le basi del surf.

L’istruttrice mi spiega come mi devo posizionare sulla tavola, come devo tenere i piedi, come mi devo alzare e come devo mantenere l’equilibrio, una volta alzatami.

Una volta svolta questa parte “teorica”, arriva il momento che sognavo da una vita. Mi butto nell’oceano con la tavola ed inizio a surfare in Australia yeahhhhhhhhhhhh.

In pratica nella prima lezione cerchiamo di prendere le onde, ma non tanto lontane dalla riva. L’istruttrice mi aiuta spingendomi nel momento giusto in cui arriva l’onda e mi dice “up” quando è il momento giusto per alzarmi.

Ragazzi vi dico che sono caduta un sacco di volte ma sono anche riuscita ad alzarmi altrettante volte e sono pure riuscuta a stare in piedi per un po’ di secondi. Sono veramente troppo orgogliosa di me stessa. È una figata, mi sentivo troppo bene..

Seguici su Instagram

Il modo in cui ti alzi dipende molto spesso da come sei sdraito sulla tavola, devi essere ben dritto perchè altrimenti perdi immediatamente l’equilibrio e cadi subito.
Dopo circa mezz’ora inizi a sentire un po’ di stanchezza, soprattuto nel momento in cui ti devi alzare e devi fare il movimento della flessione. Sinceramente prima di fare la lezione pensavo che molto dipendesse dall’equilibrio e dalle gambe, invece molto dipende dai pettorali e dalle braccia.

Mentre continuo a scrutere il mare per valutare le varie onde, la mia testa comincia a pensare a domani, quando dovrò tornare a lavorare al bar come barista. Povera me.

La lezione però continua e io continuo a provare a cavalcare le onde, cadendo, riuscendo a mantenere l’equilbrio e stando in piedi.

Per due volte l’istruttrice mi ha spinto nel momento sbagliato e quindi invece che salire sull’onda sono finita in mezzo all’onda, e ad un certo ero sotto l’acqua, con la tavola sulla testa la gamba legata alla tavola e non capivo più nulla, ma sono riuscita a emergere, il panico dura veramente pochi secondi, non preoccupatevi.

Clicca qui Fatti aiutare a trasferirti all'estero

La lezione è finita. È stato tutto veramente troppo entusiasmante. Mi sono sentita strana con quella muta, per me era le prima volta fare il bagno in mare e non sentire l’acqua addosso, una sensazione veramente particolare.

Sono così felice che ne ho subito prenotate altre 3, sono in Australia e voglio viverla alla grande! Dopotutto non sono venuta qui soltanto per le offerte di lavoro che l’Australia mi può regalare, ma per vivere un’esperienza che sicuramente resterà unica nella mia vita.

I giorni successivi alla lezione avevo dolori ovunque..non riuscivo neanche ad alzare le braccia, facevo ridere. Dolori a pettorali, braccia e adduttori. Ma sinceramente non mi interessa, mi sono divertita così tanto che me li tengo tutti questi dolori ai muscoli! Surfare in generale è belissimo, ma ragazzi, surfare in Australia è troppo figo.

Capire dove e come trovare lavoro all’estero