In questo articolo vi vogliamo parlare di come poter affrontare la ricerca di un lavoro a Londra dopo l’entrata in vigore della Brexit. Dopo la famosa e controversa scelta dei britannici di uscire dell’Unione Europa, la ricerca di lavoro a Londra può sembrare, per noi italiani, un terreno più complesso e incerto per molti. Tuttavia, con la giusta strategia e informazioni aggiornate, è ancora possibile trovare opportunità professionali emozionanti nella capitale britannica. In questo articolo andremo ad esplorare passaggi pratici e suggerimenti chiave per affrontare con successo la ricerca di lavoro a Londra post-Brexit.

Come cercare lavoro a Londra dopo la Brexit

La Brexit ha portato cambiamenti significativi nelle normative sull’occupazione per i cittadini dell’Unione Europea nel Regno Unito. Prima di iniziare la vostra ricerca di lavoro, è essenziale comprendere le nuove regole sull’immigrazione, i requisiti del visto e come essi possono influire sul vostro percorso professionale.

Per poter lavorare al giorno d’oggi a Londra e in tutto il Regno Unito dovete essere in possesso del Settled Status (lo potevano richiedere coloro che vivevano in UK prima dell’entrata in vigore della Brexit) oppure di un valido visto lavorativo. I visti sono principalmente di 4 categorie:

1. Visto per lavoratori qualificati (Skilled Worker Visa)

Per poter ottenere questo visto bisogna possedere i seguenti requisiti:

  • aver ricevuto un’offerta di lavoro da un datore di lavoro autorizzato dall’Home Office, al livello di competenza richiesto;
  • ricevere una retribuzione pari o superiore alla soglia salariale minima pertinente stabilita dal datore di lavoro (solitamente £25.600 o il livello attuale per la posizione, a seconda di quale sia più alto);
  • avere un certificato dove si dimostra di avere una conoscenza dell’inglese almeno ad un livello B1
Capire dove e come trovare lavoro all’estero

2. Visto per il settore sanitario (Health and Care Visa)

Questo visto è rivolto a coloro che lavorano in settori sanitari e hanno ricevuto un’offerta di lavoro dal NHS (National Health Service – sanità pubblica britannica).

3. Visto Global Talent Visa

Il visto Global Talent è progettato per individui altamente qualificati che desiderano lavorare nel Regno Unito senza necessariamente avere un’offerta di lavoro. Ad esempio scienziati e ricercatori di spicco possono beneficiare di questa tipologia di visto.

4. Visto per lavoro temporaneo

Il visto di lavoro stagionale nel Regno Unito è un’opportunità per diverse categorie di professionisti e lavoratori temporanei. Per ottenerlo, è necessaria la sponsorizzazione da parte di un datore di lavoro britannico con licenza di sponsor.

Una volta individuato quale possa essere la tipologia di visto più adatta alle nostre caratteristiche, dobbiamo iniziare a preparare il nostro profilo per renderci più “appetibili” per il mercato del lavoro Brisith.

Iniziamo quindi con la preparazione di un Curriculum Vitae in lingua inglese ed ottimizzato per il mercato del lavoro anglosassone (quindi lunghezza massima di una pagina e mezza, e andiamo a mettere subito in risalto le nostre qualità vincenti). Oltre al CV è vivamente consigliato avere un profilo Linkedin ben gestito.

Una volta che abbiamo il CV pronto, possiamo visitare la sezione del sito Viviallestero.com con tutte le ultime offerte di lavoro nel Regno Unito e possiamo anche iscriverci ai più importanti portali locali come ad esempio: Indeed, Glassdoor, Reed, CV-Library e Jora.