In questo articolo vi spieghiamo cos’è l’IELTS e perchè vi conviene fare questo tipo di esame per trovare lavoro all’estero. Come ben sapete esistono diversi tipi di esami per certifacare il proprio livello di inglese, come vi abbiamo detto nell’altro nostro articolo sul First Certificate in English. L’IELTS è uno di questi ed è anche uno dei più importanti. Andiamo dunque a leggere tutto ciò che bisogna sapere su questo esame e certificazione.

Capire dove e come trovare lavoro all’estero

Cos’è l’IELTS e tutto ciò che dovete sapere su questo importante esame

Cosa significa IELTS?

IELTS è l’acronimo di International English Language Testing System ed è un esame standardizzato progettato per valutare le capacità linguistiche in lingua inglese di chi non è madrelingua. È accettato da molte istituzioni accademiche e organizzazioni professionali in tutto il mondo come prova di competenza linguistica.

L’IELTS è un esame importante per coloro che desiderano studiare, cercare lavoro all’estero o andare a vivere in un paese di lingua inglese. Una preparazione efficace, la pratica costante e la familiarità con il formato dell’esame possono aumentare le possibilità di ottenere un punteggio elevato.

Esistono due tipi di esame IELTS

IELTS Academic: È necessario per coloro che desiderano studiare o fare ricerca in un ambiente accademico in un paese di lingua inglese.

IELTS General Training: È richiesto per coloro che cercano opportunità di lavoro o formazione in paesi di lingua inglese. È anche necessario per l’immigrazione in alcuni paesi.

Come si struttura l’esame IELTS?

L’IELTS consiste in quattro sezioni che valutano le quattro competenze linguistiche principali:

Listening (Ascolto): Della durata di circa 30 minuti. Si ascoltano quattro registrazioni audio di varie conversazioni e monologhi, e si rispondono a domande a scelta multipla, di completamento o riassunto.

Reading (Lettura): Della durata di 60 minuti. Si leggono tre o quattro brani tratti da libri, riviste, giornali o altro materiale accademico, e si rispondono a domande di vario tipo (vero/falso, riempimento di spazi vuoti, completamento di frasi, comprensione generale). 

Writing (Scrittura): Della durata di 60 minuti e si compone in due testi differenti: Descrivere un grafico, una tabella, un diagramma o un processo; Scrivere un saggio su un argomento di interesse generale.

Speaking (Parlato): Intervista faccia a faccia con un esaminatore, della durata di 11-14 minuti, divisa in tre parti: Domande di presentazione e argomenti familiari; Presentare un argomento; discutere più approfonditamente l’argomento.

Seguici su Tiktok

Consigli per prepararsi al meglio all’esame IELTS

Prendere confidenza col formato dell’esame: Leggere e comprendere la struttura e il formato dell’esame è fondamentale per prepararsi in modo efficace.

Fare tanta pratica: Esercitarsi con test di esempio IELTS per familiarizzare con il tipo di domande e il limite di tempo. Ad esempio potete sfruttare gli esempi di esame che proprio il sito IELTS mette a disposizione.

Esercitarsi regolarmente con l’ascolto e le letture: Esporsi all’inglese attraverso la lettura di libri, giornali, riviste e l’ascolto di podcast, trasmissioni televisive e radiofoniche in inglese.

Prepararsi al meglio per la scrittura ed il parlato: Scrivere saggi regolarmente su una vasta gamma di argomenti e praticare il parlato con un partner per migliorare la fluidità e la coerenza.

Contattare degli insegnanti per ricevere feedback e correzioni: Riuscire ad avere qualche insegnante (ancora meglio madrelingua) per ottenere le correzioni e i feedback sulla propria preparazione.

Imparare a saper gestire il tempo: Il tempo a vostra disposizione non sarà molto e, da non sottovalutare, dovete anche pensare che in quel momento sarete sotto pressione per cui dovete saper gestire efficacemente il tempo durante l’esame. Preparatevi come se vi stesse preparando per un colloquio di lavoro in inglese.

Clicca qui Fatti aiutare a trasferirti all'estero

Come sono i punteggi IELTS?

Il punteggio IELTS va da 1 a 9 per ogni sezione, con un punteggio complessivo che è la media dei punteggi delle quattro sezioni. Le istituzioni e le organizzazioni stabiliscono i requisiti minimi di punteggio per l’ammissione o l’assunzione.