Potete dire quello che volete, ma bisogna assolutamente ammettere che vivere all’estero è difficile. Sì, lo è, ma non per questo non ve lo consiglio. Anzi, proprio la difficoltà rende questa esperienza ancora più bella, ancora più soddisfacente. Quando “guardo indietro” e vedo il percorso che sono riuscito a fare mi sento veramente orgoglioso!

Capire dove e come trovare lavoro all’estero

Vivere all’estero non è facile

Basta, mollo tutto e me ne vado a vivere all’estero, lì sì che si vive senza problemi e senza stress. Questa frase viene detta generalmente da colui o colei che stanno vivendo un periodo, corto o lungo che sia, poco positivo. Però lo dicono senza sapere quanto vivere all’estero è difficile. In questo articolo vi voglio parlare del fatto che trasferirsi all’estero è una scelta di vita (per alcuni una scelta personale, per qualcuno è una scelta professionale e per altri quasi un’ultima spiaggia), ma qualunque sia il motivo che vi spinge a lasciare l’Italia, sappiate l’esperienza non sarà facilissima. Non dovete però spaventarvi, basta solo prepararsi bene e rimboccarsi le maniche e l’esperienza si trasformerà in unica ed indimenticabile. Se volete potete anche pensare di farvi aiutare da esperti come i ragazzi di Viviallestero.com (ad esempio, stai seguendo Stefano Piergiovanni su Instagram?).

A chiunque sia partito per provare un’esperienza all’estero è successo di sentire la mancanza di casa e dell’Italia. A qualcuno succede prima a qualcun altro succede dopo, ma capita a tutti (eccetto qualche caso molto eccezionale). Vi assicuro che è capitato anche a me e per questo motivo ho deciso di prendere contatto con diversi professionisti che possono aiutare ad affrontare lo shock culturale del cambiamento nazione.

Tr a Valencia con la famiglia MFEE Bannerino

Si può sognare e desiderare di lasciare il nostro paese più di ogni altra cosa, ma una volta partiti la nostalgia di casa ogni tanto ti prende alle spalle. Non sempre è facile pensare che ciò che stiamo facendo sia molto utile per il nostro futuro. Ogni tanto mi, ci e vi prenderà la voglia di mollare tutto e tornare indietro. Ma in questi momenti non dovete fare altro che “staccare il cervello”, non pensare a niente ed aspettare che questo momento di scoramento passi. Sì, perché si tratterà soltanto di un momento passeggero e, vi assicuro, che passerà. Perché alla fine “tornerete in voi” e tornerete concentrati sul vostro obiettivo, quel obiettivo che vi ha spinto a lasciare l’Italia e trovare maggiore fortuna all’estero.

Forza e coraggio!