In questo articolo vi parleremo di una delle più famose truffe con le case in Australia (e anche in altre nazioni del mondo) nella quale molte persone, purtroppo, cascano, comprese queste persone che ci hanno contattato.

Attenti alle truffe quando affittate una casa in Australia

Come sempre diciamo, non affittate mai una stanza o una casa da privati senza averla vista. Visto che visitare una stanza in Australia quando siete ancora in Italia è chiaramente impossibile, in questi casi affidatevi ad agenzie come ad esempio la nostra. Questo è uno dei motivi per cui abbiamo creato pacchetti trasferimento come quello di Sydney o come quello per la Gold Coast.

Ve lo consigliamo perché rischiereste di cascare in truffe come quella in cui sono cascati queste due persone che ci hanno inviato un’email con tutti i dettagli. In questo articolo cercheremo di spiegarvi nei dettagli come è state elaborata questa truffa in maniera tale da mettervi in guardia ed essere attanti a non cascarci.

Questi due amici di Viviallestero.com erano alla ricerca di un alloggio nella città di Brisbane, più precisamente una stanza doppia in casa condivisa. Quindi sono entrati, come consigliato da diverse persone, sul sito Gumtree.com.au dove si possono trovare tanti annunci di vario genere, compreso annunci di affitto stanze.

La loro attenzione cade sull’annuncio dal titolo (tradotto in italiano) “Affittasi casetta perfetta per una coppia in pieno centro a 200$AUD a settimana”. Il prezzo così conveniente gli ha fatto inizialmente pensare che potesse essere una truffa, ma quello che poi gli ha fatto cambiare idea era il testo dell’annuncio (questi bas**rdi si migliorano di giorno in giorno). Infatti veniva spiegato che il motivo per cui il prezzo fosse così basso era perché dovevano partire entro 24 ore per andare negli Stati Uniti per gravi motivi di salute del figlio e quindi avevano molta fretta di chiudere la trattativa. Non solo, nell’annuncio veniva anche pubblicata una foto di due dolci “nonnini” dalla faccia molto tenera che sarebbero dovuti essere i due proprietari di casa disperati per il figlio malconcio.

Quindi visto che c’era anche la possibilità di andare a visitare la casa, i ragazzi decidono di inviare un messaggio whatsapp al numero pubblicato nell’annuncio. Quasi in tempo reale ricevono la risposta dicendo che la casa era ancora disponibile e che potevano andarla a visitare la sera stessa verso le 18. Tutti contenti…ma rimane ancora strano il fatto che di indirizzi ancora non se ne parla.

Quando mancava un’ora all’appuntamento i ragazzi ricevono una telefonata (con numero nascosto) da questa fantomatica coppietta di nonnini dalla voce tristissima, comunicando che erano dispiaciutissimi, ma avevano dovuto anticipare la partenza perché le condizioni di salute del figlio erano peggiorate e quindi non potevano essere presenti all’appuntamento. Ma avevano anche una bella notizia: siccome i due ragazzi erano stati i primi a contattarli (ma dai??!!??) la casa l’avrebbero affittata a loro.

Come si poteva fare se i nonnini dovevano partire immediatamente? Avrebbero lasciato le chiavi dentro la buca delle lettere, loro avrebbero inviato foto loro e della casa. Per sicurezza, prima di dirgli l’indirizzo della casa, però, i ragazzi avrebbero dovuto pagare la caparra pari a 4 settimane di alloggio, ovvero 800$AUD.

È abbastanza scontato dire che non solo non hanno mai ricevuto l’indirizzo della casa in questione, ma appena hanno inviato lo screenshot del bonifico di 800$AUD effettuato…sono stati anche bloccati su whatsapp.

Qual è il risultato finale di questa storia?

  • Che i ragazzi hanno “regalato” 800$ a dei truffatori
  • Che non si affittano stanze o case da privati che non hanno una “presenza” online se non si ha la possibilità di visitare l’alloggio personalmente
  • C’è una coppietta di poveri ignari anziani a cui sono state rubate diverse foto che vengono utilizzate per fare delle truffe

Fate attenzione ragazzi, fate molta attenzione!