Vivere in Irlanda non significa solo circondarsi di cultura mistica, paesaggi incredibili e buona birra. Nel caso non lo sapessi, l’Isola di Smeraldo ha un’ottima qualità di vita, posti di lavoro ben pagati e un sistema educativo di prima classe

Vivere e lavorare in Irlanda dunque significa molto più che partire per un’isola del nord Europa; significa migliorare le opportunità lavorative e salariali e cambiare stile di vita; sebbene le condizioni in Italia siano migliori rispetto a quelle di molti paesi in via di sviluppo, l’Irlanda offre la possibilità di imparare una seconda lingua, lavori competenti e retribuzione, oltre a paesaggi e persone incredibili. Questo non solo ti farà crescere come professionista, ma amplierà anche i tuoi confini personali e culturali. Inoltre dobbiamo proprio dire che l’Irlanda è un paese che ti accoglie a braccia aperte.

Vuoi saperne di più? continua a leggere perchè in questo articolo ti racconteremo tutto quello che c’è da sapere per trasferirsi in Irlanda.

Cosa significa vivere in Irlanda

Senza dubbio uno dei fattori che teniamo maggiormente in considerazione quando viaggiamo e ci spostiamo è la qualità della vita; ancora di più se si tratta di arci a vivere e lavorare. Gli anni della crisi indipendentista sono alle spalle, l’Irlanda è una nazione moderna con un ambiente controllato; Il governo ha adottato misure per realizzare un Paese a favore dello sviluppo sostenibile, oltre a ricercare un’eccellente istruzione primaria e superiore. L’umorismo e la cultura irlandese sono molto conosciuti nel mondo, sono persone generalmente molto puntuali, educate e amichevoli oltre che divertenti, quindi fare amicizia nei pub e nelle grandi città non sarà così complicato.  L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) sostiene la soddisfazione e la sicurezza che gli abitanti del paese provano nei confronti del loro ambiente; dimostrando così che l’Irlanda può davvero essere un posto ideale per vivere e lavorare. Inoltre, se vivi non così vicino alle principali aree urbane delle capitali, troverai in Irlanda un paradiso naturale e tranquillo, dove si vive in comunione con l’ambiente.  Per la maggior parte dei migranti, indipendentemente dalla destinazione, lavorare e studiare sono elementi essenziali del trasferimento; non solo perché lo studente venga integrato nel settore produttivo, sostenendo l’apprendimento delle lingue e rafforzando le conoscenze, ma anche per la sopravvivenza. Il mercato del lavoro irlandese offre salari competitivi e la possibilità di prolungare il tempo dedicato agli studi, la chiave è trovare il giusto tipo di compromesso; Ai fini pratici, con uno Student Permit, che dà accesso allo studio di qualsiasi tipologia di corso, indipendentemente dall’area di conoscenza, potreste lavorare fino a 20 ore settimanali. Se la persona è più concentrata sul lavoro e richiede un numero maggiore di ore produttive, potrà quindi cercare un lavoro full-time. E a proposito di lavoro, potresti sapere, o aver sentito, che l’industria IT ha messo piede sul suolo irlandese, che viene considerato dagli esperti come la Silicon Valley d’Europa. Vale la pena notare che le aziende che compongono GAFAM (Google, Amazon, Facebook, Apple e Microsoft) hanno le loro sedi europee tra Dublino e Cork, rendendo questo luogo una mecca del settore e senza dubbio ideale crescere professionalmente nelle più importanti multinazionali mondiali. Va notato che, sebbene il Paese stia scommettendo molto su queste aziende e sulle nuove tecnologie dell’informazione, il mercato del lavoro è diversificato, competitivo e ampio, rendendo possibile anche a uno studente di lingue di trovare lavoro in ristoranti, bar, tra gli altri tipi di posti di lavoro. Se vuoi approfondire questo tema ti consigliamo di leggere il nostro articolo E’ facile trovare lavoro in Irlanda?  Per trasferirsi in Irlanda, senza avere già un lavoro, è consigliabile avere circa 3.000 euro da parte sul conto bancario. Questo come prova del reddito al momento del completamento delle procedure per esempio necessarie per affittare un appartamento, se invece vi accontentate di una stanza in una casa condivisa ovviamente basta molto meno. Se parliamo di spesa media mensile si preventivano dagli 800 ai 1500 euro al mese; sappiamo che si tratta di una grande differenza, tuttavia dipende molto dallo stile di vita di ogni persona e dalla zona dell’Irlanda in cui si trova. Di questo budget, quasi la metà sarà destinata all’alloggio, che generalmente è un appartamento condiviso. L’affitto è stimato tra i 400 e gli 800 euro. Se vuoi partire già con la sicurezza di un lavoro allora ti consigliamo di leggere opportunità per trovare lavoro in Irlanda anche dall’Italia

Seguici su Instagram

La storia dell’Irlanda

Abbiamo deciso di dedicare un breve paragrafo alla recente storia del paese, non vi racconteremo dei Vichinghi e dei primi Cristiani e delle lotte con i Protestanti, dovremmo scrivere un libro! Quello che ci  proponiamo è di riassumere la storia recente, soprattutto quella che  riguarda la cultura  Irlandese, in modo tale da potervi fornire, al contempo, importanti informazioni su quello che è il pensiero comune del paese e dei suoi abitanti. La cultura irlandese comprende usi e costumi, lingua, musica, arte, letteratura, folklore, cucina e sapori. Per gran parte della sua storia documentata, la cultura irlandese è stata principalmente gaelica. È stata anche influenzata dalla cultura anglo-normanna, inglese e scozzese. Gli anglo-normanni invasero l’Irlanda nel XII secolo, mentre la conquista e la colonizzazione dell’Irlanda nei secoli XVI e XVII videro l’emergere degli anglo-irlandesi e degli scozzesi-irlandesi (o scozzesi dell’Ulster). Oggi ci sono notevoli differenze culturali tra quelli di origine cattolica e protestante (in particolare l’Ulster protestante) e tra i viaggiatori irlandesi e la popolazione stabile. A causa dell’emigrazione su larga scala del popolo irlandese, la cultura irlandese ha una portata globale e feste come il giorno di San Patrizio e Halloween vengono celebrate in tutto il mondo. La cultura irlandese è stata in qualche modo ereditata e modificata dalla diaspora irlandese, che a sua volta ha influenzato il paese di origine. Sebbene ci siano molti aspetti unici della cultura irlandese, essa condivide tratti sostanziali con quelli del Regno Unito, di altri paesi di lingua inglese, di altri paesi europei prevalentemente cattolici e degli altri paesi celtici.  Nel 2015, il popolo irlandese ha votato in un referendum per consentire il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Nel 2018 hanno votato un referendum per riformare la legge sull’aborto. Sempre nel 2018 il popolo irlandese ha votato in un referendum per porre fine al divieto di blasfemia. All’inizio del 21° secolo, l’economia irlandese è cresciuta rapidamente. Nel 1999 l’Irlanda ha aderito all’euro. Tuttavia, nel 2008 l’Irlanda è entrata in recessione. La disoccupazione in Irlanda è salita al 13,2% nell’autunno del 2010. Finalmente, ha iniziato a riprendersi nel 2011. A marzo 2017, la disoccupazione era scesa al 6,4%. Oggi l’economia irlandese è in costante crescita. 

Testimonianza Mery

Le tradizioni Irlandesi

Se stai programmando il tuo trasferimento in Irlanda, vorrai sicuramente conoscere alcune delle principali curiosità culturali e tradizioni irlandesi. Una terra di paesaggi mozzafiato, città storiche e cultura vivace, esplorare e conoscere l’Irlanda è un piacere. Dal sedersi in un accogliente pub ascoltando musica tradizionale alla scoperta del folklore, hai tantissime opportunità per vivere in prima persona le tradizioni irlandesi. In questo paragrafo te ne racconteremo solo alcuni dei più importanti, così potrai scoprirli durante il tuo viaggio!  L’Irlanda è un paese meraviglioso pieno di persone entusiaste e felici, o almeno più di altre culture in cui le persone tendono ad essere più riservate e meno socievoli. Se è da un po’ che cercate informazioni su questo paese, sappiate che la gente qui è piuttosto allegra, loquace e rumorosa, a cui piace condividere con tutti le proprie tradizioni tipiche. Un errore comune che alcuni stranieri tendono a fare quando arrivano nel paese del trifoglio è dare per scontato che l’Irlanda faccia parte del Regno Unito e che condividano le stesse abitudini. In realtà è proprio il contrario, gli abitanti di questo paese mantengono una differenza molto marcata nelle loro abitudini e sono fedeli alle tradizioni tipiche dell’Irlanda. La società irlandese discende dal popolo celtico, tra gli uomini e le donne irlandesi predominano i loro capelli rossi. La loro lingua ufficiale è l’inglese, anche se padroneggiano il gaelico dal 1922. Si dice addirittura che circa la metà della popolazione sia in grado di parlarlo e che il suo insegnamento sia obbligatorio nelle scuole. Ci sono tre principali dialetti irlandesi nel paese: l’Ulster a nord, il Munster a sud e il Connacht nella regione centrale e occidentale dell’isola. Al di là della lingua, l’Irlanda possiede numerose usanze che la rendono famosa in altre regioni del mondo. Tra le più rilevanti c’è la celebrazione del giorno di San Patrizio, la festa più caratteristica del paese che si celebra il 17 marzo di ogni anno. In questo giorno commemorativo dovresti indossare qualcosa di verde, qui lo fanno tutti. Questo colore rappresenta il paese e il suo trifoglio.Il trifoglio simboleggia gli insegnamenti della Santissima Trinità che portarono San Patrizio in queste terre. Durante questa giornata si terranno diverse sfilate, feste, concerti, celebrazioni nei pub e verrà consumata molta birra come potete immaginare. La sfilata a Dublino, fa parte di un festival che dura cinque giorni. Se vuoi sapere di più riguardo alla festa di san patrizio, leggi La storia della festa di St.Patrick in Irlanda. Un’altra altrettanto importante e famosa tradizione irlandese esportata in tutto il mondo,  è quella di Halloween: potresti pensare ad Halloween come a una festa americana, ma gli irlandesi prendono questa festa molto sul serio! Più di mille anni fa, i loro antenati commemoravano l’inizio dell’inverno con la Festa di Samhain il 31 ottobre. Questa tradizione pagana celtica rimane una parte importante della cultura irlandese. Se viaggi in Irlanda ad Halloween, probabilmente vedrai bambini vestiti in costume e adulti festeggiare nei pub e in altri luoghi della città. Inoltre, vengono accesi dei falò con lo scopo di onorare questi antenati. Una delle tradizioni più romantiche tipiche irlandesi sono le cerimonie in cui si celebra e loda l’amore. I matrimoni sono rituali in cui le coppie scelgono di onorare l’antico rito celtico di unire le mani nei loro matrimoni. Qui gli sposi si tengono per mano attraverso un nastro bianco legato. Anche quella curiosità o rituale condiviso in altri paesi secondo cui la sposa deve indossare qualcosa di blu, nuovo, usato o preso in prestito, è di origine irlandese. Un’altra curiosità che potete trovare in questa tradizione irlandese è che giorni prima a casa della sposa viene cucinata l’oca, e la cena gli sposi devono iniziare mangiando sale e farina d’avena, come protezione contro il malocchio. Al giorno d’oggi, molte coppie scelgono di avvalersi delle antiche benedizioni celtiche per raggiungere una vita piena d’amore anche quando sono cristiani praticanti. Come i buoni Celti, gli Irlandesi credono in tutte le forze della natura e nei suoi poteri magici. I folletti sono omini simpatici e divertenti, chiamati leipreachán, protagonisti del folklore popolare irlandese. Secondo la leggenda, i folletti erano in Irlanda da prima degli stessi Celti. Questi di solito diventano vecchi che si divertono a fare scherzi; normalmente, nell’ambito delle loro abitudini o del loro lavoro, si dedicano a fabbricare o riparare scarpe. La cosa migliore di questa idea è la sua ricompensa, poiché si dice che se riesci a prenderne uno ti porterà alla sua pentola piena di monete posizionata alla fine dell’arcobaleno. Senza abbandonare la cultura celtica, un’altra delle tradizioni tipiche dell’Irlanda è l‘Hurling, sport che rende molto orgogliosi i nativi di questo paese. L’hurling è uno sport di origine celtica, in cui 15 membri giocano con i bastoni e cercano di prendere una palla. L’origine di questo gioco risale a tempi antichissimi, anche alcune leggende della tradizione celtica contengono storie su questo sport, come quella dell’eroe mitologico Cuchulainn. In questo sport, in caso di parità, l’intera partita deve essere ripetuta. Se vuoi veramente conoscere gli usi e i costumi tipici dell’Irlanda dovresti conoscere la sua musica e le sue danze. Queste sono diventate parte della vita dei nativi del paese e hanno accompagnato e alimentato altri movimenti culturali. Sebbene si possa ritenere che esistano da molti secoli, in realtà queste creazioni culturali hanno meno di 200 anni, ma esiste una convinzione che afferma che queste creazioni siano state tramandate attraverso la tradizione orale di generazione in generazione. Conosciuti come “sessioni tradizionali”, i pub locali di tutto il paese ospitano serate di musica tradizionale che attirano sia la gente del posto che i visitatori. Il violino, l’arpa, la fisarmonica, il banjo, il flauto e il fischietto sono solo alcuni degli strumenti popolari più comunemente suonati. La musica è profondamente radicata nella loro cultura ed è davvero una delle usanze più divertenti e accessibili. Gli irlandesi sono famosi anche per la danza. In effetti, la danza in questo paese risale almeno al XVI secolo. Jig, step dance e ceili dance sono stili di danza popolari irlandesi. Negli ultimi anni la danza irlandese è diventata popolare grazie allo spettacolo teatrale Riverdance. È un’opera che unisce musica e danza e riflette la cultura e la storia dell’Irlanda. Ciò che colpisce di questo spettacolo è che combina la danza tradizionale irlandese con elementi di balletto e altre danze più contemporanee Per gli irlandesi il pub rappresenta molto più che un semplice posto dove bere una birra e mangiare qualcosa. È lo spazio dove puoi socializzare, incontrare persone, avere un incontro informale con gli amici e persino guardare la partita finale di calcio e condividere vittorie e sconfitte. Queste tradizioni irlandesi ti aiuteranno a rendere il tuo viaggio in Irlanda un’esperienza indimenticabile! Pronti a scoprire la cultura, le tradizioni e i paesaggi dell’affascinante Isola di Smeraldo? Visita il nostro sito e leggi tutte le  offerte di lavoro nei Pub in Irlanda il posto in cui sempre e comunque la cultura irlandese continua a vivere. Infine dovete sapere che l’Irlanda è uno dei luoghi più felici in cui celebrare le festività natalizie grazie alle tradizioni natalizie irlandesi. Un’illuminazione allegra e bella decora le strade della città e i pub si riempiono di amici e famiglie che festeggiano le feste. Ma l’Irlanda ha anche delle tradizioni antiche e uniche. Uno è lasciare una candela alla finestra, accogliere Maria e Giuseppe erranti alla vigilia della nascita di Cristo e permettere ai meno fortunati di essere liberi di raccogliere offerte di cibo dalla casa. Una tradizione natalizia molto curiosa degli irlandesi è quella dei “12 Pubs of Christmas”, secondo la quale i festaioli fanno un giro tra i pub locali, fermandosi per una pinta in ognuno di essi! Naturalmente, non tutti possono completare questa sfida. Un’altra usanza unica di questo periodo dell’anno è il bagno in mare. Nelle città costiere, la gente del posto si riunisce sulla spiaggia la mattina del giorno di Natale per immergersi nell’acqua ghiacciata del Mare d’Irlanda.Questa pratica è promossa per raccogliere fondi per caritativi.

Capire dove e come trovare lavoro all’estero

Le migliori città per vivere in Irlanda

Se sei convinto che l’Irlanda diventerà la tua prossima casa, sicuramente ti starai chiedendo quale città sia più adatta a te, alle tue esigenze e alla realizzazione dei tuoi sogni. Prima di iniziare con la descrizione di ciascuna delle migliori città in cui vivere in Irlanda, dobbiamo confessare che siamo completamente innamorati di questa cultura e di questo paese. Quindi sceglierne solo qualcuna sembra un compito abbastanza difficile. Tuttavia, per aiutarvi, lo abbiamo raggiunto. Di seguito vi parleremo di alcune destinazioni che sicuramente vi sorprenderanno e vi sproneranno a preparare velocemente la valigia. Dublino la capitale dell’isola di Smeraldo La città più popolosa e capitale dell’Irlanda, è considerata la città più dinamica, con grande movimento e con un costo della vita elevato, ma anche con buoni stipendi. Dublino è la città migliore per gli studenti internazionali, un luogo ideale per studiare la lingua con le migliori scuole di inglese, nonché prestigiose università per chi vuole proseguire gli studi superiori. Ha anche un’ottima offerta di lavoro per tutti gli studenti stranieri in lavori molto ben pagati e per coloro che possono lavorare nella parte professionale potranno trovare aziende incredibili per cui lavorare. La città di Dublino è famosa anche per la sua vita notturna, con le migliori feste, tanti scambi culturali, i famosi pub irlandesi, incredibili musei e monumenti storici da vedere. Cork: la città che apprende Cork è una delle città più importanti dell’Irlanda ed è l’ideale per chi cerca un luogo tranquillo o appartato insieme a tanta storia, cultura e tradizioni da non perdere. È conosciuta come la Città dell’Apprendimento dell’UNESCO, quindi Cork è una buona città per studiare un corso di inglese nelle scuole di alto livello. Se sei interessato a lavorare in Irlanda, sappi che Cork ha molte offerte di lavoro nel settore dell’ospitalità e dei servizi, quindi gli studenti internazionali possono trovare posizioni disponibili e ben retribuite. Anche se Cork potrebbe non avere molto da vedere o festival irlandesi, ha molti festival culturali e molti musei e gallerie da visitare. Ricordate che se scegliete questa cittadina potete contare sul nostro pacchetto fatevi aiutare a trasferirvi a Cork, seconda città dell’Irlanda. Galway: un luogo molto culturale La città di Galway è anche conosciuta come uno dei luoghi più culturali d’Irlanda, pieno di giovani studenti, gente moderna, artisti, musicisti, musei e gallerie d’arte che ti sorprenderanno. Galway, oltre ad essere moderna e culturale, è anche una delle migliori città in cui vivere in Irlanda con un costo della vita basso e ideale per gli studenti stranieri che cercano una città risparmio in Irlanda. Ha i migliori corsi e scuole di inglese dell’intera Isola, quindi se stai cercando di studiare inglese in Irlanda questa è una città perfetta che ha anche molti programmi universitari a cui fare domanda. I lavori a Galway sono più orientati al settore dell’ospitalità, ci sono molte offerte di lavoro come portiere di cucina, cameriere e servizi di pulizia dove gli stipendi sono abbastanza buoni. Se volete dare un’occhiata alle principali offerte di lavoro a Galway cliccate qui Limerick: città del risparmio Limerick è un’altra delle città più importanti dell’Irlanda, è una città piccola, ma con uno stile di vita attivo ed è la più economica di tutte, il che la rende un grande vantaggio per tutti gli stranieri in Irlanda. Se ti piacciono la storia e i castelli a Limerick, puoi trovarli, insieme ai musei e alle antiche cattedrali che sono assolutamente da vedere. A Limerick puoi trovare tantissime opportunità di studio, puoi iscriverti a diversi corsi di inglese e ai migliori programmi accademici insegnati all‘Università di Limerick. E se vuoi sapere com’è l’aspetto lavorativo a Limerick, ha un basso tasso di disoccupazione quindi è facile trovare lavoro, soprattutto nel settore dell’ospitalità e dei servizi dove sono molto ben pagati. puoi cercare lavoro a Limerick leggendo il nostro articolo dedicato  alle offerte di lavoro a Limerick Dopo avervi raccontato quali sono le migliori città d’Irlanda per vivere proseguiamo con descrivervi anche qualche posto meno conosciuto ma dove comunque può valere davvero la pena vivere. L’Irlanda infatti, non è solo grandi città, ma ha anche piccoli paesi meravigliosi, dove puoi sperimentare una migliore immersione nella lingua inglese, un basso costo della vita e un’ottima qualità della vita.  A seguire l’elenco di quelle che secondo noi sono le cittadine migliori dove vivere: Malahide: è nella provincia di Dublino con molte montagne, fiumi, spiagge incredibili per praticare sport ed è una città ideale se vuoi imparare l’inglese velocemente perché non ci sono quasi persone che parlano altre lingue. Blarney: è una cittadina con un’atmosfera molto rilassata, dista solo mezz’ora da Cork ed è un buon posto per studiare e imparare l’inglese velocemente perché qui di expat, ce ne sono davvero pochi. Kinvara: si trova a pochi chilometri da Galway ed è una cittadina con un ambiente sicuro, confortevole e perfetto per studiare l’inglese in estate con gli irlandesi che visitano questa contea in vacanza o trovare lavoro possedendo già un buon livello di inglese. Athlone: ​​​​una cittadina situata nel cuore dell’Irlanda, ha molte attività da fare e molta vita, il che la rende ideale per imparare l’inglese e lavorare nel settore dell’ospitalità. In queste città ci sono molte offerte di lavoro, soprattutto come Au Pair, che consiste nel prendersi cura dei bambini di famiglie irlandesi. È anche una buona opzione lavorare alla Belfast, gli stipendi sono molto buoni. Se non sai quale scegliere tra tutte queste potresti partire dal lavoro, cioè trovare una buona offerta e iniziare da lì. Clicca qui per vedere tutte le ultime offerte di lavoro per italiani in Irlanda.

Clicca qui Fatti aiutare a trasferirti all'estero

I requisiti per risiedere e lavorare in Irlanda

In Irlanda i requisiti per ottenere visti e permessi di lavoro sono più rilassati rispetto ai paesi vicini. Ci sono però documenti, procedure e regole fondamentali che non dovresti dimenticare per rendere il tuo viaggio un successo. Dai un’occhiata! I cittadini Italiani o di qualsiasi altro paese dell’Unione Europea (UE) non necessitano di alcun tipo di visto per entrare e soggiornare in Irlanda a tempo indeterminato. Porta comunque con te i seguenti documenti:

  • Passaporto o carta d’identità
  • Estratto conto bancario 
  • Tessera sanitaria europea: accedi all’assistenza sanitaria necessaria in caso di emergenza
  • Patente di guida: è valida in Irlanda durante i soggiorni temporanei
  • Titoli e certificati tradotti: anche se quelli che ti hanno dato in Italia sono validi, potrebbero chiederti delle copie per dimostrare la tua formazione.
Adesso, una volta stabilitoti in Irlanda, hai un periodo di tre mesi per registrarti come studente o lavoratore. Questa procedura viene eseguita davanti al Servizio irlandese di immigrazione e naturalizzazione (INIS). Se ti trovi a Dublino, presso il Dipartimento Immigrazione, Harcourt Square, Harcourt Terrace, Dublin 2. Se sei fuori Dublino devi farlo presso la Stazione di Polizia più vicina nella Zona. Al momento dell’iscrizione devi dimostrare di lavorare come lavoratore autonomo o dipendente. In quest’ultimo caso, il datore di lavoro deve compilare parte del modulo di registrazione. Se sei un lavoratore autonomo devi esibire i documenti che lo dimostrano, come la partita IVA o il certificato dell’attività che svolgi. I tuoi familiari a carico dovranno dimostrare la loro dipendenza, richiedendo, se del caso, un certificato di nascita e di matrimonio. Nel caso di semplice soggiorno senza lavorare, al momento dell’iscrizione potrebbe essere richiesto di dimostrare la disponibilità di mezzi sufficienti.Ricorda sempre che qui non si parla altra lingua al di fuori del Gaelico e l’Inglese  per cui studiare inglese è fondamentale per vivere in Irlanda e potete farlo anche online.