Siamo stati contattati dal Signor Giovanni, proprietario di un ristorante a Città del Capo. Ci scrive perché il suo ristorante assume chef italiano in Sud Africa. Andiamo a leggere questa interessante posizione tra le offerte di lavoro in Africa.

 

Ristorante assume chef italiano in Sud Africa

 

Il ristorante che ci ha contattato è stato eletto come “Miglior ristorante italiano in Sudafrica”.

 

La persona che stanno attualmente cercando deve essere in grado di seguire la chef capo e dovrà crescere insieme all’azienda nel corso dei prossimi anni. 

 

Il ristorante si trova a Città del Capo, in un’area in grande sviluppo.

 

Che requisiti bisogna possedere per potersi candidare?

  • Il candidato deve avere almeno 2 anni di esperienza di lavoro sul campo ed essere in grado di gestire autonomamente primi e secondi piatti
  • E’ fondamentale il mantenimento costante di standard elevati
  • Avere un buon livello di lingua inglese 
  • Saper ottimizzare la gestione scorte
  • Conoscenza della cucina contemporanea italiana ed europea
  • Capacità di gestire risorse umane e motivare la squadra
  • Essere persone ambiziose ed avere un’attitudine imprenditoriale
  • Avere voglia di fare esperienze all’estero

Cosa viene offerto a chi verrà assunto?

  • Retribuzione
  • Vitto ed alloggio
  • Tutte la parte burocratica riguardante il permesso di soggiorno
  • Volo aereo
  • Percorso di crescita fino a poter diventare partner/azionista

 

Vi piacerebbe lavorare come cuochi e chef all’estero, ma non siete interessati a questa posizione? Guardate la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro per cuochi all’estero CLICCANDO QUI.

 

Siete invece interessati e vi volete candidare? Allora compilate in tutte le sue parti questo form:

DISCLAIMER: Viviallestero.com non si ritiene in nessun modo responsabile per le offerte di lavoro che vengono pubblicate su questo sito ed i vari social networks. Viviallestero.com è totalmente estraneo a tutte le fasi di selezione del personale le quali vengono effettuate direttamente dall’agenzia di recruitment o dal datore di lavoro che ci invia l’annuncio.