In questa pagina troverete tante offerte di lavoro per OSS a Valencia, scopriremo inoltre come omologare il proprio titolo italiano o ottenerlo da zero in Spagna, le differenze tra la esercitare la professione nel nostro paese rispetto a quello iberico e anche quando può guadagnare questo profilo nella fantastica città di Valencia.

Eccoti le ultime offerte di lavoro per OSS a Valencia:

Esercitare la professione di OSS in Spagna

Quello che noi in italia definiamo OSS Operatore Socio Sanitario, viene chiamato, in spagnolo, Técnico en cuidados auxiliares de enfermería; Il titolo di OSS da acceso in Italia, come in Spagna, al lavoro presso enti pubblici, come le ASL, le Aziende Ospedaliere e Cliniche, le RSA e altre strutture sanitarie, socio sanitarie, sociali o assistenziali, pubbliche e private. La grande differenza che per in Italia è una professione regolamentata, invece, in virtù di una nuova riforma del sistema educativo spagnolo, la professione di OSS ovvero la vecchia professione in Spagna di “Técnico en cuidados auxiliares de enfermería” precedentemente “Auxiliar de Enfermería” non lo è più, per cui non è più necessario che il Ministero della Salute spagnolo o le comunità autonome spagnole riconoscano ufficialmente la qualifica. Questo rappresenta un indiscutibile vantaggio, perché ora è possibile presentare direttamente i documenti al datore di lavoro spagnolo, ovviamente in copia autenticata (copia compulsada) e con traduzione giurata a cura di un traduttore ufficiale riconosciuto in Spagna dal Ministerio de Asuntos Exteriores.

Consulenza Spagna

Lavorare come OSS in Spagna

Per operare come Operatore Socio Sanitario (OSS) in Spagna, la prima considerazione da tenere presente è il recupero dei documenti necessari da presentare presso l’ente sanitario spagnolo presso cui si intende lavorare.

Il riconoscimento del titolo in Spagna per l’esercizio della professione di OSS è diventato più agevole grazie alla riforma della LOGSE spagnola. Da un lato, questa procedura è stata semplificata rispetto al passato.

D’altra parte, le case di riposo, gli ospedali pubblici e privati e altre strutture sanitarie richiederanno una serie di documenti in “copia compulsada” insieme alla relativa traduzione ufficiale prima di considerare l’assunzione.

È importante notare che quando la professione che si desidera praticare in Spagna è regolamentata, e lo è anche nel paese d’origine (nel caso specifico, l’Italia), è possibile richiedere il riconoscimento europeo con effetti professionali, non sempre estendibili all’ambito accademico. Al contrario, quando la professione in Spagna non è regolamentata (come nel caso dell’OSS), il riconoscimento secondo la Direttiva 2005/36/CE potrebbe non essere ottenibile. Il Ministero della Salute italiano impiega circa 1 mese / 1 mese e mezzo a rilasciare l’attestato di conformità, in cui si certifica che sei abilitato in Italia e che la qualifica di Operatore Socio Sanitario è inclusa per l’Italia nella Direttiva 2005/36/CE. Il consolato spagnolo impiega circa 10 giorni lavorativi a rilasciare le copie consolari dei tuoi documenti.

Se invece ti trovi già in Spagna e vuoi intraprendere un percorso di studi da zero, tieni presente che in terra iberica il corso per diventare OSS non dura 1000 ore, come in Italia, ma è strutturato in 1400, da svolgersi in quindici mesi. Chiunque può diventare Ausiliario dell’Infermiere, purché abbia superato un test di ammissione, oppure  in possesso di un diploma di scuola secondaria o di istruzione equivalente. 

Quanto guadagna un OSS a Valencia

Ci sono alcune differenze di guadagno tra le diverse Comunità autonome. In generale, un Auxiliar de enfermeria guadagna poco più di 1.000 euro lordi al mese più due mensilità extra di 600 euro ciascuna. A questi si aggiungono le indennità per i turni, le notti, le ferie maturate ecc., non cumulabili nel caso di Operatori che lavorano in ambulatorio o in sala operatoria. Il totale va dai 12.000 ai 15.000 euro lordi annui. Il sito di settore auxiliardeenfermeria.org scrive che secondo i dati di una recente indagine, la Spagna è il Paese con la più alta percentuale di dipendenti pubblici in tutta l’Unione europea. Nella comunità valenciana lo stipendio è fissato intorno ai 1321 euro lordi mensili senza mensilità extra e oscilla, secondo esperienza, anzianità ed ente, tra i 12.000 eruo annui lordi e i 17.000.

Seguici su Instagram