In questa pagina troverete un elenco di offerte di lavoro per manager in Brasile, una panoramica riguardante la sua economia, e un’analisi del mercato del lavoro nel Paese. Riguardo a questo meraviglio Paese del sud america abbiamo già parlato nelle nostre pagine con le migliori offerte di lavoro per italiani in Brasile e quelle per chi vuole insegnare italiano in Brasile, dateci un’occhiata per avere ancora più chiara la situazione lavorativa del Paese.

Eccovi le ultime opportunità per chi vuole lavorare come Manager in Brasile:

Seguici su Instagram

La situazione economica del Brasile

Il Brasile è la nona economia più grande del mondo. Il Paese continua a lavorare sulla ricostruzione dopo la recessione di nove anni fa, quando l’economia si contrasse quasi del 7%. Da allora, il Brasile non è più riuscito a crescere allo stesso ritmo a cui era abituato nel decennio precedente la recessione. Tuttavia, negli ultimi anni l’economia brasiliana ha registrato una ripresa lenta ma costante. Dopo una crescita del 2,9% nel 2022, la prima metà del 2023 ha visto una solida ripresa dell’attività economica, guidata da un raccolto agricolo eccezionale e da una spesa delle famiglie resiliente. La spesa dei consumatori è rimasta forte nella seconda metà, sostenuta da un mercato del lavoro forte, mentre gli investimenti sono diminuiti, indicando una maggiore sensibilità al contesto di tassi di interesse elevati. Per l’intero anno, il FMI stima una crescita al 3,1%. Dato che le esportazioni agricole dovrebbero avere un impatto minore nei prossimi anni, si prevede che la crescita del PIL rallenterà all’1,5% quest’anno e all’1,9% nel 2025. Nel 2023, il Brasile ha sperimentato un significativo deterioramento della sua situazione fiscale a causa della lenta crescita delle entrate, dei significativi aumenti della spesa legati principalmente all’espansione delle prestazioni sociali della Bolsa Familia e alla risoluzione dei pagamenti  in sospeso ordinati dai tribunali. Ciò, combinato con un conto degli interessi leggermente più alto, ha aumentato il deficit complessivo a circa l’8%. Il bilancio 2024 mira a un saldo primario federale pari allo 0% del PIL.  

Seguici su Tiktok

Il mercato del lavoro in Brasile

Il mercato del lavoro ha mostrato segnali di miglioramento, con il tasso di disoccupazione sceso al 7,7% nel settembre 2023, il livello più basso registrato da giugno 2015. La crescita dell’occupazione è stata trainata principalmente dal settore dei servizi, in particolare dai servizi domestici. Tuttavia, il governo ritiene che le cifre reali siano significativamente più elevate, poiché si stima che quasi due quinti della forza lavoro occupata del paese svolgano lavori informali. Il FMI prevede che il tasso di disoccupazione rimarrà stabile quest’anno e il prossimo. Nel complesso, il paese continua ad affrontare problemi sociali e presenta uno dei livelli di disuguaglianza più alti al mondo, con grandi disparità tra le regioni del paese. Sebbene il Brasile abbia fatto uscire dalla povertà 28 milioni di persone negli ultimi 15 anni, il 10% della popolazione continua a vivere in povertà, mentre il 5% più ricco del paese ha lo stesso reddito del restante 95% della popolazione.

Condizioni di lavoro nel paese

Le grandi aziende internazionali sono generalmente situate nella parte meridionale del Brasile, con San Paolo che è la capitale industriale del paese. Il salario minimo è di circa 650 reais. Se i lavoratori brasiliani non ricevono salari molto alti, i dipendenti con un alto livello di qualifica sono generalmente ben pagati. Il periodo di prova è solitamente di 3 mesi, la giornata lavorativa è di 8 ore dal lunedì al venerdì e di 4 ore al mattino il sabato. Gli orari possono variare in base ai Contratti Collettivi. Non c’è nessun lavoro solo per il il sabato e la domenica ovvero il part-time verticale non è previsto contrattualmente. I sindacati che solitamente lavorano il sabato fino a mezzogiorno sono quelli dei servizi domestici, della ristorazione e dei servizi commerciali. Le ferie retribuite sono 30 giorni all’anno. In caso di assenza per malattia, i primi 15 giorni sono a carico dell’azienda e non è prevista alcuna riduzione della retribuzione. Il congedo materno è di 4 mesi, più 15 giorni di allattamento, e non subiscono riduzione di stipendio. In caso di cessazione del contratto viene dato un mese di preavviso.

Se siete interessati a ruoli manageriali, ma non soltanto in Brasile, vi consigliamo altre due mete “calde”. Infatti potete visitare la nostr pagina con tutte le ultime offerte di lavoro per manager italiani in India e anche una specifica offerta di lavoro per Account Manager italiani nella città andalusa di Malaga.