In questa pagina troverete tante offerte di lavoro per camerieri in Australia. L’Australia ha una delle economie più prospere del mondo. Questa crescita economica si riflette molto bene anche negli stili di vita delle persone. Città come Melbourne e Sydney hanno uno stile di vita eclettico e vivace. L’elevata crescita dell’economia australiana, i forti investimenti del governo australiano nelle infrastrutture sociali e sanitarie, nonché l’elevato tenore di vita degli australiani, sono le ragioni principali per cui il paese attira un gran numero di stranieri da ogni parte.

Capire dove e come trovare lavoro all’estero

Eccovi tutte le ultime offerte di lavoro per camerieri in Australia:

L’economia Australiana

L’economia australiana è divisa in due regioni chiaramente differenziate: quella orientale e quella occidentale. Nella prima si concentra la maggior parte delle imprese dedicate ai servizi e alla finanza. Come le banche, le compagnie assicurative, le aziende turistiche o i media. Inoltre in quest’area troviamo la maggior parte degli enti pubblici. 

Al contrario, la regione occidentale è chiaramente agricola e industriale. La geografia è caratterizzata dalla sua abbondanza di risorse naturali. Come nel caso del petrolio, del gas, dei diamanti, dell’oro e di una moltitudine di minerali. Qui infatti si trovano le principali riserve di piombo, nichel, zinco o uranio dell’intero pianeta. La principale fonte di ricchezza nella parte occidentale è l’estrazione mineraria. Un’attività economica che rappresenta quasi un quarto di tutto il reddito a livello nazionale. Importanti sono anche la pesca e l’agricoltura, quest’ultima stagionale. Senza dimenticare i forti investimenti fatti negli ultimi anni per attrarre turismo.

Il mercato del lavoro in Australia

L’economia australiana non smette di crescere da 30 anni. Poiché, per le sue caratteristiche peculiari, ha resistito agli effetti delle crisi meglio di altre nazioni. Per darvi un’idea, a metà del 2021 si registravano già numeri più alti rispetto a prima della pandemia. Ciò è dovuto innanzitutto alla sua bassa densità di popolazione. L’Australia è di dimensioni simili agli Stati Uniti. Tuttavia, raggiunge a malapena i 26 milioni di abitanti. Il mercato interno è molto piccolo e le sue esigenze possono essere facilmente soddisfatte. D’altra parte l’isola è ricca di gas, petrolio e numerosi minerali. Così come altre risorse naturali derivanti dalla pesca, dall’agricoltura e dall’allevamento. Inoltre, negli ultimi tempi ha diversificato la propria economia per offrire manufatti e servizi legati alle nuove tecnologie.

1.Settore primario

A causa della sua vasta area, l’agricoltura australiana è estremamente varia. In questo senso possiamo trovare piantagioni di canna da zucchero, tipiche dei paesi tropicali. Al grano e all’orzo, colture molto comuni nelle zone fredde. Molto importante è anche l’allevamento del bestiame. L’Australia è il quinto maggiore esportatore di carne bovina, il secondo maggiore esportatore di agnello e il maggiore produttore di lana dell’intero pianeta. Senza dimenticare la pesca. Soprattutto l’acquacoltura, che rappresenta circa la metà del suo valore totale.

2.Settore secondario

In generale, tutto il settore produttivo ruota attorno all’enorme ricchezza naturale dell’Australia. E le principali città industriali si trovano sulla costa della regione orientale, come Sydney, Melbourne, Adelaide, Brisbane e Perth. La preparazione del cibo è una delle attività più importanti. Oltre all’industria automobilistica, alla produzione di materie plastiche, acciaio e prodotti chimici. Naturalmente il mining gioca un ruolo fondamentale. L’Australia è il più grande produttore di ferro, bauxite, cobalto, zinco e uranio al mondo. Anche il carbone rappresenta una fonte energetica importante dato che fornisce quasi l’85% dell’elettricità utilizzata nel Paese. La produzione supera i 250 milioni di tonnellate annue, buona parte delle quali viene esportata in Asia. E impiega più di 300.000 persone. Per quanto riguarda le energie rinnovabili, l‘isola produce ogni anno circa 70.000 milioni di metri cubi di gas naturale. Posizionandosi tra i 12 produttori al mondo. Mantiene la stessa posizione nell’energia eolica. E sale al settimo posto nella produzione di energia solare.

3.Settore terziario

Nonostante l’enorme peso dei settori minerario ed energetico, i servizi rappresentano il principale motore dell’economia australiana. Per darvi un’idea, nel PIL del 2021, il 74% dei redditi proveniva dal settore terziario. E con più di 11 milioni di lavoratori, rappresenta l’occupazione di quasi l’80% della popolazione attiva. Inoltre, una delle caratteristiche principali del settore dei servizi australiano è che non dispone di manodopera sufficiente. Si richiede pertanto il costante apporto di personale straniero. Se stai pensando di recarti in Australia per lavoro, è il posto dove è più facile trovare lavoro. Il turismo è la principale fonte di reddito del paese. Ogni anno più di 10 milioni di persone visitano l’isola. Provenienti principalmente da Nuova Zelanda, Regno Unito, Stati Uniti, Singapore e India. Con un reddito medio per turista di circa 5.000 euro, si tratta di un profitto annuo di circa 50.000 milioni di euro.

La società australiana

Conoscere e comprendere le usanze e le leggi australiane ti aiuterà ad adattarti alla vita nella comunità australiana. I primi abitanti dell’Australia furono gli aborigeni e gli isolani dello Stretto di Torres che si stabilirono circa 40.000 anni fa. Gli aborigeni australiani hanno le proprie convinzioni spirituali, rispetto per la terra, una cultura ricca e diversificata e una tradizione artistica continua che è una delle più antiche del mondo. Attualmente, si stima che la popolazione aborigena australiana sia di circa 483.000 persone, ovvero il 2,3% della popolazione totale. Le culture aborigene costituiscono una parte essenziale dell’identità nazionale australiana e gli aborigeni e gli abitanti delle isole dello Stretto di Torres danno un contributo significativo in una varietà di campi, tra cui le arti, i media, il mondo accademico, lo sport e gli affari.

L’Australia è una società diversificata che accetta persone che provengono da culture ed etnie diverse. Gli abitanti dell’Australia provengono da tutto il mondo. Circa il 44% degli australiani è nato all’estero o discende da genitori nati all’estero. Sebbene l’inglese sia la lingua nazionale, nel paese si parlano più di 260 lingue, comprese le lingue indigene. Gli australiani praticano anche un’ampia varietà di religioni. In Australia, le persone sono libere di seguire e celebrare le proprie tradizioni culturali e religiose, purché non infrangano la legge australiana. La politica multiculturale dell’Australia è stata lanciata nel febbraio 2011 e riafferma l’importanza di una nazione socialmente coesa e culturalmente diversificata.

Gold Coast 300 250