Ci stanno contattando con tantissime offerte di lavoro per baby sitter in Spagna, abbiamo quindi deciso di creare questa pagina per raggrupparle e aggiornarle periodicamente.

Se siete interessati ad offerte di lavoro per italiani in altri settori e/o destinazioni diverse, seguite allora il nostro profilo Instagram per rimanere sempre aggiornati riguardo le ultime offerte lavorative all’estero.

Seguici su Instagram

Il ruolo di baby sitter in Spagna viene chiamato “Canguro” ed è molto ricercato. Ovviamente vengono preferiti i candidati che si trovano già in loco.  Se invece volete partire con un contratto di lavoro in mano, potete pensare al nostro servizio per Ragazze alla pari. Se volete maggiori informazioni CLICCATE QUI https://viviallestero.com/ragazza-alla-pari-allestero.

Noi di Viviallestero.com vi possiamo aiutare anche a trasferirvi in varie città spagnole, come ad esempio Valencia, proprio qui sotto trovate il link con tutte le informazioni per trasferirsi a Valencia e contattarci.

Eccovi quindi tutte le ultime opportunità per chi vuole lavorare come baby sitter in Spagna:


La professione della Babysitter in Spagna

Sempre più famiglie sono costrette o hanno bisogno di assumere una babysitter che si prenda cura dei propri figli, sia per lavoro che per motivi personali. A questo lavoro dedicato alla fascia infantile della popolazione è sempre stata data un’importanza piuttosto considerevole, che è andata progressivamente crescendo, in quanto non consiste solo nel trascorrere del tempo determinato con il bambino, ma anche che il babysitter deve mostrare comportamenti, atteggiamenti e competenze adeguate alle diverse situazioni che possono verificarsi, che devono essere in linea con quelle svolte dai genitori.  A volte, i compiti loro assegnati possono includere pulire e stirare, aiutare con i compiti, portare a spasso i loro animali domestici, ecc. Le abilità più importanti che deve avere un babysitter sono le seguenti: dovrebbe essere sempre responsabile e trasmettere fiducia sia ai bambini che ai loro genitori.

Essere empatico ovvero riuscire a mettersi nei panni dell’altro, poiché i bambini devono sentirsi compresi in ogni momento e ciò non significa dare sempre una spiegazione, ma fare in modo che il bambino capisca il perché delle cose.

Bisogna poi sapere come adattarsi pazientemente a qualsiasi situazione, la persona responsabile dei nostri figli deve essere in grado di adattarsi a qualsiasi imprevisto che si presenta, nel miglior modo possibile, senza perdere la calma per evitare conseguenze negative.

È anche ovvio che per prendersi cura dei bambini, la persona deve avere una grande pazienza, poiché per quanto i bambini possano essere sereni, richiederanno sempre un’attenzione, una cura e una supervisione superiore a quella di qualsiasi adulto.

Essere allegri e ottimisti sarà molto apprezzato dai bimbi, per questo motivo amano esplorare nuovi posti con persone che la pensano allo stesso modo e che tengono conto anche dei loro interessi.

Se siete curiosi di sapere a che livello corrisponde la vostra conoscenza attuale dello spagnolo, cliccate invece qui sotto e provate il nostro test di lingua divertente e gratuito!

Politiche educative in Spagna

Tra le nazioni che compongono l’Europa, la Spagna si colloca al 13° posto tra i paesi con la migliore qualità della vita nel 2021. Ciò è dovuto alle sue politiche educative, al sistema di sicurezza e ai programmi di migrazione. In questa classifica di Numbeo, le prime 3 posizioni sono occupate da Svizzera, Danimarca e Paesi Bassi.

Vivere in Spagna è già di per sé un’avventura! Da un lato è una delle mete europee preferite dagli studenti, visto che vi si trovano 15 delle 500 migliori università del mondo. Questo secondo il 2021 QS World University Rankings, che misura l’eccellenza educativa di molti paesi.

Inoltre, la penisola iberica è una destinazione con un’incredibile ricchezza naturale. Non per niente, è stata dichiarata più volte da Red Natura il paese più ricco di biodiversità d’Europa.

Clicca qui Fatti aiutare a trasferirti all'estero