In questa pagina troverete tante offerte di lavoro in Patagonia. Da molti anni ormai la Patagonia Argentina è conosciuta per essere il centro di attrazione turistica non solo degli argentini, ma anche degli stranieri che vengono a godersi i paesaggi e i centri sciistici della città. Ma negli ultimi anni non si è posizionato solo come luogo turistico, molte persone lo vedono già come un ottimo posto in cui vivere o come una fonte di investimenti immobiliari.

Eccovi tutte le offerte di lavoro in Patagonia aggiornate al momento in cui state visitando la pagina:

Capire dove e come trovare lavoro all’estero

Parliamo di Patagonia

La colonizzazione della regione risale alla fine del XIX secolo e le sue città, Ushuaia e Río Grande, hanno delineato la loro crescita nel secolo scorso. L’allevamento delle pecore è una delle principali attività economiche della provincia. Le sue variegate ricchezze naturali, legname, pesca, miniere, idrocarburi, turismo e la sua posizione geopolitica che limita la congiunzione degli oceani Atlantico e Pacifico, sono condizioni importanti che lasciano prevedere che la Terra del Fuoco è chiamata a diventare un importante polo di sviluppo.  

La sua popolazione risponde al profilo colonizzatore, di gente operosa addestrata a vari compiti in cui primeggia l’attività industriale, con un chiaro adattamento ai vari processi tecnologici.

Le infrastrutture (reti stradali, porti, energia) soddisfano le esigenze di qualsiasi grande impresa. Ha una serie di lavori in corso di notevole entità, come il Porto di Río Grande, la pavimentazione della strada principale che collega l’asse Ushuaia-Río Grande, l’installazione di una distilleria per la produzione di benzina, ecc.

Vari incentivi fiscali mirano a facilitare gli investimenti che questa giovane provincia necessita. L’attività economica interna è esente dalle imposte nazionali e l’attività industriale destinata all’esportazione nel continente nazionale o all’estero è coperta da un regime speciale estremamente vantaggioso.

L’insieme delle condizioni ci permette di immaginare una provincia con un futuro meraviglioso e con grandi possibilità affinché autentici progetti di investimento possano armonizzarsi con le esigenze di crescita sociale che coloro che oggi la abitano desiderano.

L’economia della Patagonia

L’economia della Patagonia si basa in gran parte sullo sfruttamento del petrolio, del gas e delle miniere che racchiude il suo sottosuolo. Grazie a ciò, gli stipendi pagati nel sud del paese sono sempre i più alti del paese, anche se questo genera una sorta di struttura produttiva squilibrata, perché alcuni prezzi (ad esempio gli alloggi e i servizi per il tempo libero) sono spesso sotto pressione. Il resto dei settori si trova nell’impossibilità di fornire la stessa remunerazione prevista per lo sfruttamento delle risorse minerarie. Gli altri settori economici sono legati allo sfruttamento agricolo, al turismo (nella regione andina della Patagonia), alla pesca e nella provincia della Terra del Fuoco alla fabbricazione di articoli elettronici ed elettrodomestici in regime preferenziale. Allo stesso modo, questa vasta regione può essere divisa in Patagonia settentrionale e Patagonia meridionale, con il parallelo 42°S come delimitazione, che separa Neuquén e Río Negro dalle province più meridionali. 

Il turismo in Patagonia

La Patagonia argentina è un territorio molto esteso, che presenta un paesaggio molto particolare, poiché offre una grande varietà di opzioni: valli, foreste, montagne, catene montuose, fiumi, laghi… un vero e proprio corso di geografia! Non è solo una leggenda: il territorio della Patagonia è davvero misterioso e speciale, un luogo al mondo che non ha eguali e che, forse per questo, attira tanti turisti.

Il turismo come attività economica ha mostrato una grande crescita nella regione della Patagonia meridionale, soprattutto a causa delle nuove condizioni economiche emerse dopo la crisi di svalutazione del 2001. Le sue principali attrazioni si trovano nelle città di Puerto Madryn (Chubut), Ushuaia (Terra del Fuoco) ed El Calafate (Santa Cruz). Il principale circuito del Turismo Organizzato si basa sul collegamento di queste località, anche se si osserva, tra l’altro, anche un’offerta in crescita

Seguici su Tiktok