La nostra amica Koala che vive a Londra racconta la sua impressione del mondo del lavoro per i giovani in Inghilterra. E per farcelo capire con una similitudine dice che è rimasta colpita come uno schiaffo mentre si ride. Le differenze le ha notate sin dal periodo in cui si vive con i genitori. Molti genitori invitano i propri figli a lasciare casa dopo i 18 anni e se non lo fanno chiedono loro di pagare una quota per affitto ed utenze.

Mondo del lavoro per i giovani

Mondo del lavoro per i giovani

Come spesso accade, quando si parla di giovani italiani e giovani stranieri il dibattito cade subito sul fatto che i 18enni di alcune nazioni sono più maturi rispetto a quelli della nostra nazione. Si tira subito fuori il tema che a 18 anni i genitori invitano i figli ad andarsene da casa, spingendoli quindi a trovarsi un lavoro e diventare indipendenti. Ma sappiate che non è tutto oro ciò che luccica. Gli italiani hanno anche tanti lati positivi che i ragazzi stranieri non hanno.

Ritorna come sempre il dibattito sul fatto che sia vero che i giovani italiani siano dei bamboccioni. Ed a volte leggendo certi post come questo…

Comunque per farci un’idea di come il mondo giovanile nei paesi anglossasoni sia, possiamo leggere questo post cliccando qui.