Siamo contenti di poter scambiare due parole con il nostro amico Andrea che si trova oramai da 4 anni a Miami. Finalmente possiamo chiedere un parere a uno dei tanti italiani a Miami.Partiamo subito con la nostra classica domanda: Perchè hai lasciato l’Italia?

Mah sai, vivendo in una città di 40 mila persona alla fine si vedono sempre le stesse facce e si fanno sempre le stesse cose. Tutto un po’ monotono e ripetitivo insomma. Inoltre ci sono delle cose del nostro paese, l’Italia, che purtroppo non riesco proprio a sopportare, ma lasciamo perdere…

Italiani a Miami

Italiani a Miami

Di che città sei?

Jesi, provincia di Ancona.

Quando hai lasciato l’Italia avevi già un lavoro o sei partito all’avanscoperta?

Quando sono partito sapevo già cosa sarei venuto a fare qui, l’avanscoperta non mi piace. Sono arrivato qui per un master universitario, ho passato la prima settimana in albergo poi ho preso in affitto una casa, con un roommate, ovviamente. Dopo il master ho deciso di fermarmi, un anno era troppo poco…

Perchè hai scelto Miami?

Sono sempre stato attirato dalla vita di Miami. Qui poi è sempre estate ed io adoro questa stagione!

Com’era il tuo inglese prima di partire?

Il mio inglese era buono. Tieni presente che per essere ammesso all’Università ho dovuto passare due esami, il TOEFL e il GMAT. Tuttavia quando sono arrivato qui non riuscivo a capire molto e la mia prima conversazione è stata con una persona con uno spiccato accento newyorkese che parlava molto veloce; ho praticamente risposto sempre e solo ‘yes’ (Andrea ride, ndr). Questa persona, che tra l’altro ora è un mio amico, ancora mi prende in giro per questo…Qui a Miami ho anche imparato lo spagnolo, è inevitabile.

Quali secondo te sono gli aspetti positivi, nel settore lavorativo e nella tua vita privata, che qui trovi mentre in Italia no?

Qui in America il bello è che puoi fare tutto quello che vuoi e quando vuoi, nessuno ti giudica, ti senti molto libero. Questo era impossibile nella mia città e, credo, nella maggior parte delle altre città italiane. Dal punto di vista lavorativo, sebbene ci sia la crisi, l’America è ancora un posto dove se sei bravo e specializzato in qualcosa puoi guadagnare bene a livello economico. Bisogna sapersi abituare al ritmo di vita americano però, il che non è sempre facile…

Che cosa fai tua adesso a Miami?

In questo momento sono insegnante di Italiano all’Università. Questo lavoro, fortunatamente, mi lascia anche il tempo di occuparmi di Miami Tour Club…

E che cosa è Miami Tour Club?

MTC è un punto di riferimento per tutti coloro che stanno per venire in vacanza a Miami, o che sono già qui ed hanno bisogno di qualsiasi tipo di informazione. La cosa che più mi fa piacere è che questa per me è un’ottima opportunità per incontrare italiani in continuazione, motivo per cui lo faccio gratuitamente. Ti devo dire, Miami non è una città cosi immediata da scoprire, per cui sono felice di aiutare altri italiani a  godersi la loro vacanza al meglio.

Cosa ti manca dell’Italia?

Beh mi manca la mia famiglia, gli amici di sempre e, ovviamente, la cucina di mia mamma!Dell’Italia mi manca il modo di stare insieme che abbiamo e il modo di vivere l’amicizia, molto ma molto differente da quello americano. Poi fammiti anche dire un’altra cosa…più incontro gente da nazioni diverse più penso che noi Italiani siamo il miglior popolo al mondo!

Grazie mille Andrea per il tempo che ci hai concesso e complimenti per le tue iniziative!