Negli ultimi dodici mesi, la città di Valencia ha registrato un aumento significativo degli stipendi, sebbene questi rimangano al di sotto della media nazionale spagnola. Secondo il Monitoraggio delle opportunità di lavoro e di soddisfazione di Adecco, lo stipendio medio nella Comunità Valenciana ha raggiunto un massimo storico di 1.747 euro lordi al mese, segnando un incremento del 4,9%. Nonostante queste difficoltà, la Comunità Valenciana mantiene una buona posizione nel Monitor Adecco, grazie alla valutazione positiva non solo degli stipendi, ma anche di altri aspetti lavorativi come la sicurezza, le opportunità di sviluppo e l’equilibrio tra vita personale e professionale. Continuate a leggere per scoprire effettivamente come sono gli stipendi a Valencia e per questo e molto altro non perdete anche la nostra guida dove vi spieghiamo perchè trasferirsi a Valencia un vademecum su come poter affrontare al meglio il trasferimento.

Quanto pagano a Valencia

perchè studiare spagnolo a Valencia

Lo stipendio medio a Valencia

Gli stipendi medi a Valencia variano notevolmente a seconda del settore lavorativo. Eccovi una lista degli stipendi medi dei settori più importanti (in ordine alfabetico). Le cifre sono nette e al mese:

Negli ultimi dodici mesi, gli stipendi a Valencia sono aumentati, ma sono ancora più bassi rispetto alla media spagnola. Infatti, lo stipendio medio nella Comunità Valenciana è aumentato del 4,9%, raggiungendo un nuovo massimo storico di 1.747 euro lordi al mese, come riportato dal Monitoraggio delle opportunità di lavoro e di soddisfazione di Adecco.Tuttavia, i valenciani guadagnano ancora meno rispetto alla media nazionale. Lo stipendio medio a Valencia è il settimo più basso tra tutte le regioni autonome della Spagna. In media, un lavoratore valenciano guadagna 173 euro in meno rispetto alla media nazionale. Le regioni con gli stipendi più alti includono Madrid, dove lo stipendio medio è di 2.282 euro lordi al mese, 553 euro in più rispetto a Valencia. Altre regioni con stipendi alti sono i Paesi Baschi, la Navarra e la Catalogna, tutte con stipendi superiori ai 2.000 euro al mese. Dall’altro lato, le regioni con gli stipendi più bassi sono l’Estremadura, le Isole Canarie e la Murcia. Inoltre, a Valencia, il potere d’acquisto è diminuito del 9,8% rispetto al massimo storico raggiunto nel 2009. Questo significa che i valenciani possono comprare meno cose con lo stesso stipendio rispetto al passato. A livello nazionale, il potere d’acquisto è diminuito del 2,6%, che equivale a 610 euro in meno all’anno. A Valencia, la perdita è del 2,9%, che corrisponde a 636 euro in meno all’anno. Nonostante tutto, la Comunità Valenciana ha una buona posizione generale nel Monitor Adecco, che valuta non solo gli stipendi ma anche altri aspetti del lavoro come la sicurezza, l’occupazione, le opportunità di sviluppo e l’equilibrio tra vita personale e professionale. Per spiegare al meglio la situazione vi consigliamo anche di leggere crescere un figlio in Spagna, perché le famiglie italiane continuano a desiderare di cambiare vita in questa destinazione. 

Banner Valencia Lavoro e NIE 200 quad

Il potere d’acquisto dei Valenciani

Per quanto riguarda il potere d’acquisto, i prezzi al consumo sono aumentati dell’8,5% nel 2022 sia in Spagna che a Valencia. Questo aumento ha comportato una diminuzione del potere d’acquisto dei valenciani del 4%, che si traduce in 63 euro in meno al mese o 755 euro in meno all’anno. Questa perdita di potere d’acquisto è pari a quella della Spagna nel suo insieme. Analizzando l’evoluzione del potere d’acquisto del salario medio dal 2017 ad oggi, si osserva un calo dell’1,4% a Valencia e del 2,5% a livello nazionale. In termini di euro attuali, ciò significa 21 euro in meno al mese a Valencia e 44 euro in meno al mese in Spagna. Va detto però che rispetto ai diversi settori economici, l‘industria è leader nella retribuzione nella regione, con una media di 1.800 euro al mese, raggiungendo un record storico. Rispetto allo stipendio medio a Valencia, gli stipendi del settore sono più alti dell’8,1%, ovvero 136 euro in più al mese o 1.627 euro in più all’anno. Segue il settore dei servizi con gli stipendi medi più alti, con 1.646 euro al mese, l’1,1% in meno della media valenciana, il che significa 18 euro in meno al mese o 222 euro in meno all’anno. Tuttavia, questa cifra rappresenta il massimo storico per questo settore nella regione. Il settore edile, infine, realizza una remunerazione media di 1.511 euro, raggiungendo anch’esso un record storico. Tuttavia, rispetto allo stipendio medio, è inferiore del 9,2%, il che equivale a 154 euro in meno al mese o 1.846 euro in meno all’anno. Se dunque state pensando ad un possibile trasferimento adeguato al vostro potere d’acquisto, leggete il nostro articolo sui migliori e peggiori quartieri dove cercare casa a Valencia.

Consulenza Spagna

I settori lavorativi meglio pagati nella Comunità Valenciana

L’analisi dell’economia della Comunità Valenciana mostra che i settori con la maggiore intensità di conoscenza o tecnologia hanno ancora una percentuale relativamente bassa nella generazione di valore aggiunto e nell’occupazione. La percentuale di imprese industriali nei settori ad alta intensità tecnologica nella Comunità Valenciana è dell’1,2%, rispetto all’1,9% della Spagna. Nel caso delle imprese di servizi ad alta intensità, nella Comunità Valenciana si attesta al 23,4% rispetto al 25,7% a livello nazionale. I settori dei servizi possono essere classificati in base alla loro intensità di conoscenza e, nell’economia di Valencia, i servizi ad alta intensità di conoscenza contribuiscono per l’11,0% al reddito e al 9,4% all’occupazione nel settore privato (escludendo cioè le amministrazioni pubbliche, la sanità e l’istruzione). All’interno di questi settori, il 42% del valore aggiunto e il 33% dell’occupazione provengono da aziende classificate come altamente competitive. Nell’industria è possibile classificare i settori in base al loro livello di intensità tecnologica. In quest’area, i settori industriali valenciani ad alta o medio-alta intensità tecnologica contribuiscono solo per il 4,8% al valore aggiunto e per il 3,4% all’occupazione privata generata. In questo caso, il peso relativo delle imprese altamente competitive in questi settori si attesta al 41,0% del valore aggiunto generato. Tra i settori che maggiormente contribuiscono alla generazione di valore è opportuno evidenziare quelli in cui tale valore proviene in misura maggiore da aziende altamente competitive. In questo senso, il settore del commercio è il principale generatore di reddito e di occupazione nella Comunità Valenciana, nonché quello con la più alta percentuale di valore (67,5%) e di occupazione (59,2%) proveniente da imprese altamente competitive. Notevole è anche il contributo di imprese altamente competitive nei settori dell’ospitalità e dei trasporti. Nel settore industriale si osserva un peso elevato di aziende altamente competitive nell’industria chimica e nell’industria delle piastrelle. In generale per approfondire l’argomento, non perdetevi I 5 settori lavorativi che offrono più lavoro in Spagna dove vi raccontiamo nello specifico i requisiti per essere vincenti in questi settori.

Testimonianza Mery

I profili lavorativi meglio retribuiti nella Comunità Valenciana

Prendendo come riferimento le posizioni meglio retribuite in ciascun settore, vediamo che il settore bancario è quello che attualmente offre le retribuzioni più elevate nella Comunità Valenciana, secondo la Guida Professionale Primaverile al mercato del lavoro, preparata dalla società specializzata del gruppo Adecco nella selezione di quadri e dirigenti. In esso vengono analizzate 420 posizioni dei 14 settori economici più rilevanti nell’attuale mercato del lavoro e, secondo i suoi risultati, il settore bancario continua a guidare la classifica salariale nazionale e a Valencia la posizione meglio retribuita in questo settore è quella di Amministratore Delegato in grandi aziende. Società di investment banking (€250.000-€280.000). Anche i partner degli studi legali della regione ricevono compensi elevati, i cui stipendi si aggirano intorno ai 190.000 euro. Come di consueto, il settore IT continua ad avere una situazione vantaggiosa: un Chief Technology Officer in quest’area può guadagnare 100.000 euro all’anno. Questo settore è quello che muove più personale in volume, poiché le sue aziende crescono a doppia cifra. Si tratta di ingegneri informatici e delle telecomunicazioni. Uno dei profili più ricercati è quello del Frontend Developer, cioè colui che padroneggia le tecnologie coinvolte lato client, cioè quelle che interessano principalmente il web, con linguaggi come HTML, CSS e Javascript. Un altro dei più ricercati è il CISO. Questo è il profilo orientato alla sicurezza dei dati, è responsabile della protezione di tutti questi dati per evitare che vengano hackerati, oltre a rilevare le vulnerabilità nei sistemi informativi e fornire soluzioni, oltre a garantire il buon investimento delle aziende in questi termini. Dal canto suo, il settore del turismo, con un forte radicamento nel territorio comunitario, è in piena trasformazione ed è sempre più legato alla sostenibilità, alla tecnologia e all’interconnessione digitale con gli utenti. Le posizioni meglio pagate sono quelle di Hotel Manager e CO (direttore esecutivo delle comunicazioni), che si aggirano intorno ai 70.000 euro. Rispetto al settore assicurativo tradizionale, un Underwriting Manager può addebitare fino a più di 90.000 € a Valencia. Nell’area commerciale, la figura più ricercata nella nostra Comunidad come è stato negli ultimi anni, è l‘Export Area Manager. Il suo ruolo fondamentale è programmare e controllare le azioni commerciali rivolte al mercato internazionale. Viaggiare in altri paesi, aprire attività, pianificare strategie per fidelizzare e attirare nuovi clienti, ecc. Un altro dei profili più richiesti nella regione è il Key Account Manager. Il KAM è responsabile degli account che generano più del 70% del fatturato dell’azienda, detti key account e account considerati strategici, sia per ragioni di posizionamento che per la loro importanza per il marchio. In questo senso si ricerca un profilo strategico in grado di mobilitare diversi dipartimenti dell’azienda al fine di ottimizzare e massimizzare le vendite (marketing, produzione, logistica). Secondo lo studio, attualmente la Spagna dispone della forza lavoro più qualificata della storia: gli spagnoli occupati con un titolo di studio superiore rappresentano il 43,6% del totale degli occupati, un record storico. Per completare tutte le informazioni fornite in questo paragrafo dovete assolutamente leggere anche i lavori a Valencia con stipendio superiore a 50.000€ annui

Capire dove e come trovare lavoro all’estero

Conclusioni

In conclusione, nonostante l’aumento del 4,9% degli stipendi medi nella Comunità Valenciana, raggiungendo un massimo storico di 1.747 euro lordi al mese, la regione rimane ancora sotto la media nazionale spagnola. Questo divario salariale, evidenziato dal fatto che i lavoratori valenciani guadagnano in media 173 euro in meno rispetto al resto del paese, pone Valencia al settimo posto tra le regioni autonome con gli stipendi più bassi. Il calo del potere d’acquisto del 9,8% rispetto al massimo storico del 2009 rappresenta una sfida significativa per i lavoratori valenciani, riducendo la capacità di spesa nonostante gli aumenti salariali. Tuttavia, la Comunità Valenciana continua a mantenere una posizione positiva nel Monitor Adecco, grazie a una valutazione complessiva che include non solo i salari, ma anche la sicurezza lavorativa, le opportunità di sviluppo e l’equilibrio tra vita personale e professionale. Questo indica che, nonostante le difficoltà economiche, Valencia offre un ambiente lavorativo solido e promettente per il futuro. Infatti la capitale della Comunidad Valencia si piazza in prima posizione nella classifica delle migliori città spagnole per il rapporto tra costo della vita e opportunità di lavoro.