La nuova pedagogia per richiamare i giovani all’estero.

Sono numerosissimi i giovani laureati italiani che, in mancanza di prospettive occupazionali, hanno scelto di trasferirsi all’estero. Ma, per chi ha mantenuto un residuo interesse ad impiegare il proprio titolo di studio per l’esercizio dell’attività di docente nella scuola italiana, la situazione tende a migliorare.

La scuola italiana sarà condotta, tra non molto, probabilmente entro il 2018, all’adeguamento del proprio assetto funzionale ed alla normalizzazione del proprio patrimonio di risorse umane e professionali.

La nuova pedagogia per richiamare i giovani all’estero

Si è alla vigilia, infatti, di un nuovo concorso per docenti. Le indicazioni prevalenti, nella predisposizione dei criteri di accesso, si fondano sulla richiesta di nuovi crediti formativi. La finalità è la valorizzazione sociale e culturale della professione.

Coloro che intenderanno partecipare al concorso, dovranno certificare il possesso di 24 crediti formativi universitari o accademici nelle quattro discipline dell’antropologia, della psicologia, della pedagogia e delle metodologie e tecnologie della didattica. Più precisamente, le norme in corso di elaborazione nel nostro Parlamento si orientano a prescrivere almeno sei crediti formativi in almeno tre delle discipline prima citate.

Non c’è dubbio che tale situazione contenga un richiamo per i giovani laureati temporaneamente all’estero. L’integrazione del loro bagaglio di crediti formativi, secondo le direttive prima riferite, potrebbe essere preziosa per la loro partecipazione al concorso e per un’occupazione professionale definitiva in Italia.

Ecco perché ICOTEA ha predisposto un MASTER su “Pedagogia e Scuola”, per un ammontare complessivo di 1500 ore ed una durata di 12 mesi.

ICOTEA è un Istituto formativo accreditato presso il Miur, secondo la Direttiva 170/2016 (Codice Esercente ZAIXV). Esso rilascia, alla fine del Master, un attestato avente valore legale in Italia e all’estero, che fa conseguire al corsista 60 crediti formativi universitari.

In aggiunta, l’attestato finale comporta, per i corsisti operanti nel settore della sanità, l’ottenimento di 50 crediti formativi in ECM (Educazione continua in Medicina), essendo ICOTEA accreditato anche presso il Ministero della salute.

Insomma, si tratta di un’occasione da non perdere.

L’attestato relativo al Master potrà essere utilizzato, inoltre, in tutti i concorsi pubblici e per ogni tipo di avanzamento di carriera. Ai liberi professionisti e ai dipendenti pubblici e privati esso dà diritto all’ottenimento di crediti formativi professionali.

Al Master di ICOTEA su “Pedagogia e Scuola”, si accede con la Laurea o con Diploma di Laurea in discipline umanistiche, psicologiche, pedagogiche e sociali.

Esso è pertanto rivolto agli insegnanti e docenti, agli aspiranti alla docenza tramite il concorso, ai precari, ai Capi d’Istituto.

Le novità didattiche del Master sono rilevanti. Gli studenti potranno avvalersi di un portale formativo attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Le lezioni, che iniziano entro le 24 ore dall’avvenuta iscrizione, si effettuano a distanza, online, ed è possibile fruirne, tramite il proprio computer, da qualsiasi luogo ed in qualsiasi momento. Anche gli esami avvengono online. Ogni corsista può usufruire dell’attività di un tutor che metterà la sua professionalità a disposizione per rispondere a ciascuna richiesta di chiarimento inerente alle discipline del percorso formativo.

Il Master ICOTEA, ai vantaggi competitivi derivanti dalle novità didattiche e dalla versatilità di impiego del relativo attestato finale, aggiunge una straordinaria convenienza di carattere economico.

Infatti, ICOTEA, grazie alle sue credenziali formative, riconosciute da vari Ministeri, Enti ed ordini professionali, fruisce di un riconoscimento da parte dell’Unione Europea che mette a disposizione un Voucher Formativo Finanziato, strumento che copre parzialmente il costo del Master per ogni singolo corsista.

Il Voucher, a sua volta, è compatibile con l’utilizzo della Carta del Docente che, com’è noto, riserva annualmente ai docenti una somma di euro 500 da destinare ad attività formative e di aggiornamento.

Infine, non è di poco conto sottolineare la possibilità di rateizzazione dei pagamenti.

Lo staff di ICOTEA segue da sempre le evoluzioni delle normative e dell’organizzazione del settore scolastico. Ma segue, nel contempo, con attenzione e cognizione di causa, l’andamento del mercato del lavoro, con particolare riferimento alle possibilità di recupero ed impiego delle professionalità italiane indotte ad esperire soluzioni lavorative all’estero.

A tal fine, ha lavorato ad una serie di soluzioni che, riguardando i due aspetti della realtà, la scuola ed il lavoro all’estero, assicurano un intervento mirato nella direzione del ricongiungimento dei due momenti, scuola e lavoro in Italia, attraverso l’utilizzazione di adeguati ed aggiornati percorsi formativi.

Il Master Pedagogia e Scuola rientra in tale ambito, costituendo un punto di forza dell’attività dell’Istituto ed un investimento sicuro sul futuro occupazionale e professionale di tanti giovani italiani laureati e ricercatori all’estero. Ricercatori appunto, non universitari, ma di occupazione e lavoro.