Blog italiani all’estero

I lati positivi del vivere in Australia

Di lati positivi ce ne sono una marea, altrimenti non sarei ancora qui… Diversi fattori rendono questo paese uno dei piu’ “vivibili” al mondo, ed oggi elenchero’ tutte quelle cose, grandi e piccole, che mi vengono in mente in questo momento:

1-STUDIARE. Se studi ottieni qualcosa. Altro che in Italia, dove le universita’ sono ormai delle fabbriche di disoccupati… Qui se si studia –soprattutto all’universita’, ma anche presso altrii istituti minori- si puo’ ottenere un buon lavoro. Ma soprattutto i nostri meriti vengono riconosciuti, e l’aver studiato tanto viene ricompensato senza tener conto dell’eta’ o di che lavoro una persona facesse prima. Questo e’ il motivo per cui, in Australia, e’ molto facile trovare managers poco piu’ che ventenni che dirigono imprese, o supervisori di vent’anni che sono a capo di lavoratori anche molto piu’ vecchi di loro.

2-IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE. Basta dire che e’ bassissimo.. Quasi tutte le persone che hanno voglia di fare riescono a trovare un lavoro in Australia.

September 13, 2013 Blog di Alexandra dall'Australia
Volete andare in Australia? Allora affrettatevi!!!

Volete andare in Australia? Allora affrettatevi!!!

Ragazzi se volete andare in Australia con un visto General Skilled Migration Program, datevi una mossa. Le candidature si sono aperte soltanto il 1 Luglio eppure gia’ molti posti per certe professioni stanno esaurendo (ad esempio Information Technology). La nostra amica Maga sta diventando sempre di piu’ esperta su visti in Australia e oggi pubblica un nuovo post proprio per raccontare il fatto che il dipartimento immigrazione del gioverno australiano ha gia’ ricevuto tantissime domande per questo specifico visto. Per cui se nella vostra testa c’e’ l’Australia, affrettatevi!

August 27, 2013 Blog della Maga di Sydney

Come si vive fuori dalle grandi citta’?

Se dovessi descrivermi usando un’espressione in inglese direi  “I am a City person”,  ovvero sono una persona che ama le grandi le citta’, e non ha piacere di vivere in campagna o in altre zone isolate.

Diciamo che ci sono due tipi di zone rurali in Australia: quelle in cui gli abitanti sono abituati a vedere backpackers, immigrati o comunque persone non del luogo, e zone in cui non sono abituati affatto. Se decidete di trasferirvi in una di quest’ultime…tanti auguri.

In Italia non ci torno

Dopo diversi anni mi e’ capitato di passare qualche giorno d’estate nella mia cara Italia. Che bello rivedere amici e parenti, passare ore a tavola a chiacchierare e scherzare mangiando prelibatezze uniche e bevendo ottimo vino (adoro il vino bianco italiano). Mi piace il nostro paese anche per la posizione strategica che ricopre in Europa.

July 12, 2013 Blog di Stefano dal Sud Africa

I parigini sono antipatici

Se si scrive sulla barra di ricerca di Google “i parigini”, la terza opzione suggerita dal motore di ricerca é “i parigini sono antipatici”.

Dopo quasi 9 mesi di vita qui devo ammettere che non sono totalmente contro questa affermazione.

Insomma, i parigini non sono rinomati a livello mondiale per essere dei focosi amanti, sempre in orario, dediti al lavoro ,amanti della natura o fedeli compagni di vita, bensi’ per essere un po’ dei rompicazzo menosi.

July 9, 2013 Blog Eleonora da Parigi

Il mio colloquio di lavoro a Sydney

Conosciamo da tempo Giordano ed il suo blog. I suoi post sono sempre ben scritti e molto divertenti. Oggi vi vogliamo far conoscere dei post che ha dedicato al tema dei colloqui e della ricerca di un lavoro a Sydney (ma la maggior parte delle regole sono valide per qualsiasi parte del mondo).

May 31, 2013 Blog di Giordano da Sydney

L’Australia non e’ per tutti

CLICCA QUI PER LEGGERE LA PRIMA PARTE DEL POST DI ALEXANDRA

L’unica cosa che mi fa un po’ rabbia sono le famigliole con bambini piccoli di 2, 3 o 4 anni che scrivono mails disperate dicendo che vogliono trasferirsi per offrire ai propri figli una vita migliore. Il che e’ nobile, per carita’. Ma allora io mi domando, l’Italia e’ in crisi, ok, ma non e’ in crisi da oggi. Se avete un bambino di due anni, significa che avete “copulato” piu’ o meno tre anni fa, giusto? Giusto.

Andare in Australia a 40 anni, me lo consigliate?

Andare in Australia a 40 anni, me lo consigliate?

Scrivo questo post per via di un argomento che inizia a starmi molto a cuore, cioe’ quello delle persone un po’ piu’ grandi che vorrebbero anche loro trasferirsi all’estero.

In passato, ma oggi piu’ che mai, ricevo molte e-mails e commenti da parte di persone intorno ai 40 anni, che mi domandano se anche per loro ci sia una possibilita’. Io non lo so.. Mi dispiace da morire dare questa vaga risposta, ma purtroppo e’ la verita’.

Il mio secondo Working Holiday VISA è terminato…e adesso?

Il mio secondo Working Holiday VISA è terminato…e adesso?

IL MIO SECOND WORKING HOLIDAY VISA E’ TERMINATO…E ADESSO?

Eccola qui.. la domanda da un milione di dollari che mi sono sentita chiedere centinaia di volte.. E adesso? Adesso arriva il bello, ma anche il difficilie.

Io dico sempre “Il primo Working Holiday Visa serve per adattarsi, il secondo serve per organizzarsi…” In poche parole, a mio avviso, il primo anno serve per adattarsi al nuovo ambiente che e’ l’Australia, paese completamente diverso dal nostro.

Pronti, partenza, via!

Molti di voi mi contattano sul mio profilo Facebook per chiedermi consigli utili sul trasferirsi all’estero. Molti pero’ sono preoccupati, hanno paura di fallire. Ed allora riprendo un articolo che postai ad inizio anno sul mio blog (http://lavorare-estero.it) chiedendomi quali possano essere i rischi del trasferirsi all’estero.

April 23, 2013 Blog di Stefano dal Sud Africa