Blog di Alice, madre, 33 anni

Che nessuno si permetta di calpestare i miei sogni

Che nessuno si permetta di calpestare i miei sogni

Oggi Alice ci vuole raccontare una storia d’amore. Una storia di diversi anni fa che, purtroppo, non ha un lieto fine. E se la storia non ha avuto il finale sognato dai protagonisti è per colpa di una terza persona. Cosa c’entra un racconto del genere con Viviallestero.com? Leggetelo fino in fondo e capirete. 

July 30, 2014 Blog di Alice, madre, 33 anni

Le cose succedono, se tu lo vuoi

E’ inutile, le cose succedono perché tu le fai succedere.

Quando ci mettiamo in testa una cosa succede sempre che tutto ruota intorno a quella cosa e stranamente escono da tutti i buchi i nomi, i fatti, le notizie su quella cosa. Quando cominci a muoverti, tutto si muove intorno a te.

Sembra che il mio corso di Spagnolo resista, mi piace moltissimo, mi dà soddisfazioni e cerco di migliorarmi ogni giorno.

Stiamo apprendendo più notizie possibili dall’ isola dell’eterna primavera: Fuerteventura.

Ebbene sì, da quel lontano 24 Aprile, quando siamo tornati, non ce ne siamo dimenticati più.

Il lavoro, si sa, è un tasto dolente qui come in Spagna e anche le Canarie non se ne tirano fuori… ma noi abbiamo un contatto molto importante che ci fa sperare di partire con un lavoro già in loco.

Qui stiamo regredendo. Quanti dubbi in testa…

 

Qui stiamo regredendo, ve lo dico.

Adesso mi sembra che Berlino sia un ex sogno lontano anni luce, sembra quasi che, come è successo alcune volte nel corso della mia vita, mi basti arrivare ad un attimo dalla “gloria” per esser soddisfatta, arrivo lì, vedo uno spiraglio, sento che ce la posso fare e poi basta, fine lì.

E’ possibile? Sono così? Ma che schifo, dai, non ci sto.

Mi è successo all’Accademia di Belle Arti, c’era la possibilità di partire per l’Erasmus: Bilbao.  La adoravo Bilbao, per il Guggenheim e per le lezioni affascinanti che seguivo con il prof di architettura.

Insomma già allora “volavo” all’estero.. quindi ho consegnato tutti i documenti necessari e son rimasta in attesa.

E’ arrivata la risposta: positiva.

Dopodichè una escalation di dubbi: “ma dai non posso mollare la scuola di danza proprio adesso ( ora che non ballo saranno 10 anni), ma dai non posso mollare il lavoro estivo, che mi ci trovo così bene ( da allora ho cambiato venti lavori, grazie a Dio) ma dai poi …bla bla..” ce l’avevo quasi fatta, quasi.

Buone notizie da Berlino, ma…

Ciao a tutti,

eccomi dopo un lungo periodo di silenzio.

Riesco a trovare un po’ di tempo da dedicare a questo blog che raccoglie tutti gli sfoghi e le paure pre-partenza.

C’è una buonissima notizia dalla nostra Berlino: il piccolo è stato preso in due asili bilingui, a noi la scelta…. Ci baseremo sugli affitti che offrono i due diversi quartieri, sulla vivibilità e sui nostri gusti personali. Dovremo sentire l’energia positiva quando usciremo di casa!

March 27, 2012 Blog di Alice, madre, 33 anni

Ritorno da Berlino (che freddo!!!)

Non ero mai stata a Berlino d’inverno.

E’ facile andar al nord quando fuori è estate. Il freddo mi è penetrato nelle ossa e non era neppure freddo quanto lo è adesso, nella bella Berlino. E’ piovuto tutti i giorni, è nevicato a tratti.

Un’ avventura dietro l’ altra tra passeggino su è giù per le scale della metro, il piccolo Mattia avvolto da strati e strati di stoffa che non vuole salire sul suo mezzo e vuole camminare a rallentatore in mezzo alla frenesia cittadina sotto la pioggia.

Cola il naso, lacrimano gli occhi…

Eppure è questa città che ci attrae nonostante il clima, almeno avevamo pensato così fino a poco tempo fa.

February 14, 2012 Blog di Alice, madre, 33 anni

Mi sento disorganizzata…o lo sono davvero?

La mia testa balza da un pensiero all’ altro.

Mi sembra di essere disorganizzata in questo progetto, molto probabilmente lo sono!

Innanzitutto mi dà un enorme fastidio non poter condividere ogni pensiero che mi salta in testa con mio marito: lui lavora quasi tutto il giorno e non possiamo parlare, la sera io sono esaurita causa piccolo Diabolik di quasi 2 anni e lui esaurito dalla giornata di lavoro.

I discorsi quindi vanno a rilento, sono vaghi, interrotti, corti e superficiali e quasi mi sembra di portare avanti questo progetto da sola, nonostante il desiderio di andar via è di tutti e due, anzi tre!

January 17, 2012 Blog di Alice, madre, 33 anni
Mi presento, mi chiamo Alice (emigrare con un figlio è possibile)

Mi presento, mi chiamo Alice (emigrare con un figlio è possibile)

E’ con grande piacere che diamo spazio ad Alice, una ragazza di 33 anni che vuole partire in compagnia di suo marito (39) e di suo figlio (2). Questo blog vuole essere un aiuto (e una spinta) per tutti coloro che hanno un figlio e vogliono trovare la forza di partire. Buona lettura!

Eccomi, sono Alice.

Io sogno molto, devo dire la verità e tra alti e bassi sono una fotografa che non ha ancora deciso se fare un lavoro qualsiasi per mangiare e mantenere viva la passione della fotografia o se buttarsi a fare solo fotografia a qualunque costo per mangiare e diventare una che odia la fotografia perché è lavoro puro e basta, tanto passa la poesia… a parte questa parentesi confusionaria come sono io, sono anche la prova vivente che, anche con una famiglia, con un bimbo piccolo, la voglia di emigrare continua ad esserci, non si spegne, non è come sento dire a molti miei coetanei con figli: ora non puoi più fare nulla, hai un figlio.

January 2, 2012 Blog di Alice, madre, 33 anni